Tappa a Varettoni, corsa a Moelgg

0

Messina Live – Oggi gli ultimi settanta chilometri fra i comuni circumetnei

Oggi ultima giornata del raduno atletico degli otto azzurri presenti a Torre Faro di Messina. E questa mattina anche l’ultima uscita in bici, a cui hanno partecipato esclusivamente Manfred Moelgg e Silvano Varettoni, davvero instancabili, oltre a Vittorio Micotti, Jacques Theolier, Angelo Weiss ed altri amici aggregati per l’occasione. Il dt Claudio Ravetto come sempre in ammiraglia a dare assistenza ai ragazzi.

MOELGG DOMINA – Il ladino di Mareo bronzo iridato è stato il leader indiscusso di questa quattro giorni siciliana a pedali, mentre l’eroe di giornata è stato ‘Lazzaro Varetta’ che si è aggiudicato la tappa. In programma questa mattina settanta chilometri con partenza da Passo Pisciaro di Castiglione di Sicilia, per dirigersi poi alla volta di Randazzo, Maletto, Bronte, Maniace e ritorno: saliscendi con una sola salita di cinque chilometri, nell’incantevole territorio di alcuni comuni circumetnei. Intanto Florian Eisath, che in bici dopo Moelgg si è rilevato in settimana decisamente il più brillante, Werner Heel, Mattia Casse, Luca De Aliprandini, Roberto Nani si sono cimentati a Passo Pisciaro in un allenamento basato su circuiti, agli ordini di Simone Del Dio e Tommaso Frilli. Dominik Paris invece ha lasciato Torre Faro in mattinata. 

ENTUSIASMO – Cala il sipario su questa settimana siciliana. Un raduno davvero duro, intenso, efficace. Ben riuscito insomma. E soprattutto quello che ha stupito è stato l’entusiasmo e la calorosa ospitalità di questa terra che ha ospitato le attività degli otto big azzurri presenti. Fra gli altri, un ringraziamento particolare va all’Università di Messina.

Articolo precedenteAzzurre, training ad Aviatico
Articolo successivoAzzurri sull'Etna
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...