Svindal e' una macchina. Heel terzo, Marsaglia sesto

0
721

In Norvegia Aksel vince per la prima volta e conquista la Coppa di superG

Aksel Lund Svindal ha una forza ed un carattere davvero impressionanti: lo scandinavo innanzitutto vince per la prima volta nella sua Norvegia oggi nel superG di Kvitfjell e poi, proprio sulla Olympiabakken, conquista la quarta vittoria su cinque superG e vince la Coppa del Mondo di specialità.

NETTAMENTE PRIMO – E’ il migliore a fare velocità, è il numero 1 a far correre lo sci: un errore nella parte finale, ma nonostante tutto al traguardo guadagna ancora rispetto all’ultimo rilevamento cronometrico. Grande, semplicemente imbattibile oggi. A 52 centesimi c’è l’austriaco Georg Streitberger.

HEEL PODIO, MARSAGLIA SESTO – A 57 un ottimo Werner Heel. Il velocista della Val Passiria, già sul podio in Val Gardena, dimostra definitivamente di essere tornato fra i big del superG dopo due anni difficili. Poi ancora Austria con Hannes Reichelt e Joachim Puchner, mentre chiude con un più che buono sesto posto Matteo Marsaglia. Il romano di Cesana Torinese, primo a Beaver Creek e secondo in Gardena, dopo un calo di risultati torna a primeggiare e dimostra di essere così fra i migliori della disciplina. Max Franz, Matthias Mayer e Klaus Kroell dimostrano che l’Austria è davvero una grande squadra e tallonano ‘Matte’, poi decimo Siegmar Klotz. Per ‘Sighi’ un’altra bella prestazione. Escono Petrer Fill e Christof Innerhofer, quest’ultimo dopo poco per colpa di una spigolata. Bene anche Dominik Paris dodicesimo.Out anche Silvano Varettoni, grande quinto ieri in discesa.