SuperG, le dichiarazioni dei medagliati

0

Schladming Day 2 – Ligety: «ho cercato di sciare pulito»

Ted Ligety: «Questa medaglia è stata abbastanza una sorpresa anche per me. In partenza ho visto scendere i primi e ho capito che avrei dovuto cercare di sciare più ‘pulito’ possibile. La neve non era perfetta e sicuramente ha reso il superG difficile, soprattutto tenere la linea giusta. Ora punto al gigante ma mi gioco delle buone possibilità anche in supercombinata».

Gauthier De Tessières: «Non pensavo di essere qui e per questo non ero allenato, allora ho cercato di drenare tutte le energie per cercare di fare una bella gara. Dalla ricognizione ho capito che sarebbe stato un superG ottimo per i gigantisti come me e Ted. Questa gara mi ha ripagato dopo tanti infortuni. Ho fatto un podio in gigante a Val d’isère qualche anno fa, è vero, ma ora vado meglio in superG e in definitiva avrei voluto vincere una medaglia proprio in superG».

Aksel Lund Svindal: «Partivo per l’oro, non lo posso negare, la gara è stata difficile, la neve non perfetta, la visibilità, ok, però è stato un superG abbastanza buono e sono contento del terzo posto. Forse oggi partire con numeri più bassi avrebbe potuto essere un aiuto. L’errore? Fa parte del gioco. Piuttosto diciamo che in superG ci sono di solito delle parti dove stai in posizione di velocità, come in discesa, qui invece si girava molto, come nei giganti. Comunque Ligety era uno dei miei favoriti per la vittoria».