Supercombinata Grand Prix alla Geyr

6
1063

Val Passiria Live – A Cortina nulla di fatto, a Pfelders tutte in pista

Se a Cortina è saltato tutto per la troppa neve sulla Olympia delle Tofane per il Grand Prix maschile, in Val Passiria si è riusciti a portare a termine la supercombinata Grand Prix femminile in programma, che combinava superG dove era in testa Costanza Oleggini delle AOC, e slalom. A Pfelders/Plan di Moso in Val Passiria dopo che organizzatori e tecnici avevamo lavorato in pista e a rimuovere il manto in eccesso, si è riusciti a partire e portare a termine la gara.

DOMINIO GEYR – Ha avuto la meglio la polizotta altoatesina classe ’92 Carmen Geyr, che ha superato la tedesca Patrizia Dorsch e la canadese Julia Toth. Quarta assoluta ma seconda Grand Prix la FuturFisi Valentina Cillara Rossi e sul gradino più basso del podio Debora Pixner, Alto Adige che è sesta assoluta, in quanto quinta l’altoatesina del ’91 già in C e l’anno scorso ‘atleta di interesse nazionale’ Elisabeth Egger.

DELAGO PRIMA ASPIRANTE – A seguire per la standing Grand Prix in quarta piazza c’è l’altoatesina Nicole Delago che è anche prima Aspirante, poi Federica Sosio di FuturFisi, Arianna Stocco del Comitato Friuli Venezia Giulia e seconda Aspirante, l’altoatesina l’anno scorso in C Maria Nairz, la trentina Francesca Scola, la FuturFisi Giulia Benedetti e Benedetta Guastavino delle Alpi Occidentali e l’altoatesina Verena Gasslitter terza Aspirante. Domani sulle nevi della Val Passiria è in programma un superG valido sempre come gara del circuito Grand Prix. La Oleggini è uscita in slalom.
 

Articolo precedenteKitz, prima prova a Svindal. Bene Klotz e Fill
Articolo successivoKitz, traumi e polemiche
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

6 COMMENTI

  1. Sono d´accordo con te "graf", ma se le persone nuove continuano a ripetere gli stessi errori e ignorano qualsiasi consiglio da parte di coloro che hanno capito da tempo che cosí non funziona, allora mi chiedo semplicemente dove rimane il buon senso.

  2. Sono d´accordo con SABO. Queste persone fanno un programma allucinante che economicamente non é piú sostenibile per le famiglie in quanto i ragazzi si fanno quasi ogni settimana 3-4 giorni di albergo a proprie spese, ed é inoltre proibitivo pure per gli atleti che dovrebbero andare a scuola. Fanno arrivare a Sella Nevea e Cortina tutto il circuito per poi mandarci tutti a casa e hanno pure il coraggio di lamentarsi per l´organizzazione delle gare di Pfelders, che da parte degli allenatori dei Comitati Regionali ha ricevuto grandi elogi per il lavoro professionale che é stato fatto in pista. Avanti cosí, che arriveranno anche le prossime elezioni!!

  3. Cortina-Sella Nevea,e Roccaraso lo scorso inverno,sapendo che le previsioni meteo avrebbero dato brutto nei giorni seguenti,e visto le discipline,(discesa e superg)sarebbe stato impossibile farle,il potere di qualcuno in alto ha fatto andare allenatori,e ragazzi a spendere soldi in viaggi,e alberghi!Complimenti a queste persone!!!!