South American Cup, tre discese in Cile con azzurri

Vittorie di Borodaykin tra i maschi e Ledecka (due volte) tra le donne

0

A El Colorado, in Cile, sulle Ande, a 39km da Santiago, è ripresa la South American Cup, giunta allo sprint finale (ultime due tappe), con le prove veloci. Discesa in due manche per gli uomini, due libere per le donne.

MASCHI – Con Casse, Battilani e Buzzi in gara, il successo al termine delle due prove è andato al russo Artem Borodaykin, che si è imposto in 2’16”99 davanti agli sloveni Kosi e Perko. Diciottesimo Mattia Casse a 3”72, 32esimo Henri Battilani, 35esimo Buzzi. In classifica generale guida il cileno Henrik Von Appen con 316 punti, undici in più dello sloveno Kosi.

FEMMINE – Doppietta per la ceca Ester Ledecka in Cile, due vittorie in due discese consecutive. Si difende bene Noelle Barahona, che chiude rispettivamente al terzo e quarto posto e guadagna in classifica generale sulla sua sfidante, Macarena Simari Birkner: 700 punti per la cilena, 640 per l’argentina, ma non è certo finita.

CALENDARIO – Ancora otto gare in Cile, prima del gran finale a Ushuaia: due superG e due combinate alpine sia a livello maschile che a livello femminile. Poi tutti a Cerro Castor, dove si cimenteranno anche le azzurre tra gigante e slalom.

//

È arrivato l’inverno a La Parva! ❄️ #rossignol #tecnitalia #snowing #winter Posted by Henri Battilani on Giovedì 10 settembre 2015

Articolo precedenteUshuaia, prima settimana conclusa per le ragazze
Articolo successivoPerruchon, Krautgasser e Tedde in Esercito
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine