Solo Jansrud davanti a Paris. Innerhofer quinto

1

Gardena Live – Marsaglia settimo: il 'dream team' c'è

Diciamo la verità. Ci avevamo sperato nella doppietta Paris&Innerhofer. Ci avevamo creduto e sarebbe stato bellissimo. In Gardena, in Italia, e anche davanti a un pubblico finalmente delle grandi occasioni con i fan club dei due azzurri sfavillanti e coloratissimi. Alla fine il ‘solito’ norvegese Kjetil Jansrud, ancora infinitamente primo, e poi successivamente anche gli austriaci Hannes Reichelt e Vincent Kriechmayr ci hanno fatto rimanere con l’urlo in gola strozzato, ma l’Italia oggi è stata davvero fantastica comunque.

PARIS GARANZIA E INNER RISORGEDominik Paris si porta casa così il settimo podio in carriera ed il secondo in superG in Coppa del Mondo, mentre Christof Innerhofer risorge in quinta piazza con una prova che leva ombre brutte dal suo cervello. Il norvegese Jansrud si dimostra davvero forte per solidità e maturità tattica, in un bel superG, non ce ne voglia Nyman, ma più bello della discesa per l’imprevedibilità di un tracciato, se non difficile, in certi punti davvero spettacolare per la pista sbattente dalla poca neve e ghiacciata nello schuss finale.

MARSAGLIA OK – ‘Vikingo’ a parte, nessuno è stato perfetto, anche perchè anche chi è terminato davanti ha fatto errori di linea significativi di linea, come Paris che perde da Jansrud 46 centesimi, Innerhofer (a 59 ma a 5 dal podio) nella picchiata conclusiva e anche un ottimo Matteo Marsaglia settimo e distaccato dalla vetta di 77 centesimi. Stava andando come un missile un altro austriaco, Matthias Mayer: era da podio, ma poi è deragliato nel finale. Si rivede Mattia Casse ventiduesimo a 1.65, mentre Werner Heel è attardato in trentacinquesima piazza a 2.17. Out Peter Fill, quarantaseiesimo Siegmar Klotz davanti a Silvano Varettoni e cinquantaduesimo Henri Battilani.

GUARDA LA FOTOGALLERY DI CHIERICATO
 

 

1 COMMENTO