Ligety: «Buon inizio». Shiffrin: «Gut impressionante, ma voglio anche la Coppa di gigante»

Parola a Ted e Mikaela dopo rispettivamente il quinto e il secondo posto sul Rettenbach, all'esordio stagionale in Coppa del Mondo. Idee chiare per Shiffrin...

0
Mikaela Shiffrin (US Ski Team, Tom Kelly)

Dopo il weekend di Soelden facciamo un salto in casa americana per celebrare due supercampioni: Ted Ligety, vincitore quattro volte sul Rettenbach, e Mikaela Shiffrin, prima ex aequo nel 2014 con Anna Fenninger (oggi sposata Veith). Il primo ha chiuso quinto con una grande seconda manche dopo l’infortunio al ginocchio della scorsa stagione; la campionessa del Colorado è terminata subito dietro Lara Gut, ma a quasi un secondo e mezzo di distacco. Ecco le loro parole di commento.

LIGETY – «Sono abbastanza soddisfatto del mio quinto posto nella gara del ritorno in Coppa del Mondo. Non avevo mai spinto a tutta in allenamento, questo è il primo vero passo verso il pieno recupero per me. Ho attaccato tanto nella seconda manche e sono stato anche un po’ fortunato con la visibilità, che mi ha aiutato più di quanto non abbia fatto con altri atleti. Sì, per ora il quinto posto va bene».

SHIFFRIN – «La performance di Lara Gut è stata davvero impressionante. Sapevo di presentarmi sul Rettenbach con una buona preparazione, ero contenta di come avevo sciato. Poi è arrivata Lara… Ha preso ogni porta come fosse l’ultima della sua vita. Bello vederla, è stata l’unica a sciare al massimo delle sue possibilità. Ma ci saranno altre gare…. La Coppa generale? In questo momento i miei obiettivi sono due: la classifica di slalom e quella di gigante. Voglio davvero conquistare tante vittorie tra le porte larghe, più ancora che la sfera di cristallo assoluta. So che posso sciare molto meglio. Non vedo l’ora di scendere in pista a Killington, magari la mia prossima vittoria in gigante arriverà lì. Chi lo sa?. Ho migliorato l’intensità degli allenamenti in questa disciplina. E ora mi sento più gigantista rispetto a prima».