Slalomgigantiste, allenamento a Passo Furcia

0

Assenti giustificate Bassino, Agnelli e Nadia Fanchini. Azzola ancora ferma

Natale si avvicina, ma anche l’ultimo appuntamento con le porte larghe, in Coppa del Mondo, prima dei Mondiali di Vail, per il solito, assurdo, calendario stilato dalla FIS che non prevede neanche una gara a gennaio, nella disciplina. Domenica 28 dicembre, a Kuehtai, infatti, andrà in scena il quarto gigante della stagione dopo Soelden, Aspen e Aare. Il quinto sarà… quello iridato, a febbraio, seguito poi, di nuovo in Coppa, da Aare, Maribor e Meribel (Finali). Dunque, appuntamento quanto mai importante quello tirolese e da preparare alla perfezione per la squadra azzurra, in buona forma in questa disciplina. 

ALLENAMENTI – «Siamo al Passo Furcia – ci dice Livio Magoni – primo giorno di allenamento in slalom domenica 21 dicembre. Rimarremo qui fino al 23, oggi e domani doppia seduta, gigante e slalom. Convocate Moelgg (ieri ha avuto un piccolo infortunio per un’inforcata di un palo), Brignone (in forma), Costazza (bene), Curtoni (ieri sciava fortissimo), Pardelller (bene). Agnelli non partecipa per i postumi della caduta di Aare e si allena in atletica per recuperare, Bassino non è presente per problemi familiari, Nadia Fanchini  è reduce dalle gare veloci in Val d’Isere, quindi riposerà qualche giorno (e con lei, immaginiamo, stesso programma per Marsaglia ed Elena Curtoni, ndr). Azzola sempre ferma, senza miglioramenti al ginocchio». 

PROGRAMMA – Il 23 fine del raduno e stop per le feste di Natale. Poi, il 26 dicembre, Santo Stefano, tutto il gruppo ripartirà o per Kuehtai, o di nuovo per il Passo Furcia: bisognerà capire se si effettuerà o meno la sciata in pista. «Comunque – conclude Magoni – il 27 dicembre ci alleneremo, perché vorrei coprire quel piccolo step che occorre ancora per vincere». 




   

 

Articolo precedenteIl pagellone di Race
Articolo successivoConci presenta l'evento 3Tre
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine