Slalomgigantiste a Moeltall. Con la 'B' e Simoncelli

0

Presenti in sei, turno di riposo per Nadia Fanchini e Brignone

Sölden non è lontana, tutt’altro: poco più di un mese e poi si aprirà la Coppa del Mondo di sci alpino femminile, il prossimo 25 ottobre sul ghiacciaio del Rettenbach, in Tirolo, Austria. E’ arrivato il momento di fare veramente sul serio, per le ragazze italiane che certo non si sono risparmiate, finora, anzi, ma ora bisogna cominciare a ‘tirare’ davvero in allenamento e preparare nel dettaglio la prima prova stagionale tra le porte larghe. 

RADUNO – Finora le gigantiste rimaste in Europa per lavorare sui ghiacciai, a parte quindi Nadia Fanchini e Federica Brignone, che hanno potuto lavorare in Argentina, non sono state molto fortunate con in tempo: la speranza è, ovviamente, che il meteo dia loro una mano per i prossimi 30 giorni. In ogni caso dopo Hintertux, ecco la squadra di Livio Magoni (con i tecnici Arioli, Muzzarelli e Liore), quasi al completo, al lavoro da oggi e fino a venerdì sul ghiacciaio di Mölltal, ancora in Austria, non troppo lontano da Lienz, sede di gara in Coppa del Mondo. 

OSPITE
Davide Simoncelli, che non ha effettuato la trasferta in Argentina con gli altri gigantisti, è stato aggregato al gruppo della squadra B maschile ed è presente anche lui a Moeltall. 

ATLETE – Presenti Irene Curtoni, che nel fine settimana scorso ha sciato due giorni in slalom con la squadra ‘C’ di Pastore, allo Stelvio, assistita anche da papà Luciano, Nicole Agnelli, Marta Bassino, che nel frattempo ha ricominciato con la scuola, Chiara Costazza, reduce da due stage di lavoro con gli slalomisti maschi, Manuela Moelgg e, per l’occasione, Sabrina Fanchini, che fa parte del ‘Gruppo di interesse Nazionale’.   

 

 

Articolo precedenteParis gira a tutta in Argentina
Articolo successivoVal di Fassa e FISI, accordo rinnovato fino al 2016
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine