Slalom Maribor, dominio Shiffrin

0

Lotta aperta per il podio, Chiara Costaza settima. Tre azzurre qualificate

Shiffrin, poi il mondo. Allontanato l’allenatore che l’aveva cresciuta e portata ad alti livelli, l’austriaco Roland Pfeifer, con il quale però il feeling era terminato, da fine dicembre Mikaela ha poi svoltato decisamente, andandosi a prendere, e da allora, tre slalom su quattro, Mondiali compresi. Oggi, non ha avuto rivali sulla neve bagnata e umida di Maribor, trovando subito il ritmo nelle prime porte e concludendo come al solito in crescendo. Per lei. 48’’58 in una manche veloce disegnata per Chiara Costazza dal nostro Livio Magoni e concorrenza stracciata, o quasi. 

GARA – Distanza ridotta, sui 9 metri, 9 metri e mezzo tra le porte, sicuramente buona per l’azzurra, che infatti ha disputato una bella manche, perdendo solo 3 decimi di troppo, in fondo. La fassana è settima a 1’’25, a 45 centesimi dal terzo posto virtuale. Dietro Shiffrin, ma ben staccate, Strachova a 0’’68 centesimi e poi l’ottima Mielzynski già vista ad alti livelli da gennaio in poi. Quindi Hansdotter, oggi un po’ addormentata nonostante il numero uno di partenza, Maze, Zuzulova, Duerr e un’ottima Wiesler (decima con pettorale 40!). Ma saranno in tante a lottare per il podio, anche Loeseth, Holdener, Pietilae-Holmner. 

ITALIA – Azzurre discrete, ma nulla più. Qualcosa di meglio potevano fare sia Irene Curtoni che Manuela Moelgg, rispettivamente 23esima e 24esima, a oltre 2’’. Difficile oggi qualificarsi per la seconda manche con pettorale alto (ma qualche ‘numero’ c’è stato), visto che la pista si è rovinava decisamente di più rispetto al gigante di ieri. Non ce l’hanno fatta Sabrina Fanchini, Nicole Agnelli (out), Federica Brignone e l’esordiente Federica Sosio.     

 

Articolo precedenteTina Maze cerca la rivincita per il suo pubblico
Articolo successivoCE a Jaun, secondo slalom a Schwarz. Quarto Tonetti
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine