Slalom Flachau, il commento tecnico

4
1179

Deville fa paura

Lo slalom di Flachau si disputa sotto la neve. Il pendio non è proibitivo, il manto nevoso simile alle ultime gare disputate. Vince di nuovo Kostelic, regolare in entrambe le manche, sempre a suo agio sulla pista segnata. Ma il fenomeno è Cristian Deville. Un’altra gara esemplare, un altro podio, terzo a soli 9 centesimi dal vincitore. Va detto, ‘Devil’ sta raccogliendo i frutti di anni di lavoro. Lo scorso anno, sempre tra i primi dieci, è passato inspiegabilmente in secondo piano, ma tecnicamente era già da manuale. Oggi, l’ennesima dimostrazione di solidità, potenza, rapidità. Dopo una prima manche che gli ha restituito il ritmo e tempismi in parte smarriti in Alta Badia, la seconda prova è impressionante. Parte per vincere e si vede molto bene. Attacca al 110% e colleziona una serie di piccoli errori che farebbero pensare a un disastro. Invece, nonostante ciò, riesce sempre a mantenere la velocità, a ‘scappare via’ da ogni curva. La parte alta del corpo è sempre stabile e gli arti inferiori assecondano le buche e guidano al meglio i cambi di direzione. Grande indipendenza di gambe, grazie alla quale recupera alcuni cedimenti dovuti alla pista che non risponde più dopo 29 passaggi. La vittoria sfuma per pochissimo. Aspettiamo le piste davvero tecniche e ci sarà da divertirsi ancora di più.

4 COMMENTI

  1. Posso dare un piccolo suggerimento grafico per gli interventi dei moderatori/redattori? Perché non cambiate il colore dei caratteri con cui appaiono i vostri nick-name, con un colore più conciliante del rosso? Altrimenti quelle che sono delle normali risposte alle curiosità dei lettori appaiono, di primo acchito, come dei rimbrotti anche quando non lo sono assolutamente. Che ne pensate? Un saluto a tutta la redazione ed un ringraziamento per l'ottimo lavoro svolto.