Si ritira Marlies Schild

0

La slalomista più vincente al mondo dice basta

Trentasette vittorie in Coppa del Mondo, 35 in slalom (mai nessuna come lei, ha battuto il record di Vreni Schneider, 34), 67 podi, cinque coppe di specialità, sette medaglie mondiali (una d’oro a livello individuale, in slalom, a Garmisch-Partenkirchen 2011), quattro olimpiche (tre argenti, 1 bronzo) di cui tre consecutive nella sua disciplina (record anche questo), 3 successi in Coppa Europa, 212 gare nel Circuito maggiore, ragazza semplice, discreta, campionessa vera: Marlies Schild, 33 anni, da Admont, Austria, fidanzata con un altro campionissimo come Benny Raich, come prevedibile e previsto appende gli sci al chiodo, dopo una carriera gloriosa, funestata da tanti infortuni (a 19 anni aveva già subito cinque interventi al ginocchio, il primo a 13) dai quali si è sempre ripresa, duellando fino all’ultima gara, per esempio, con Nicole Hosp, al termine della stagione 2006-2007, per la Coppa del Mondo assoluta, persa per pochi punti. La decisione è stata annunciata oggi a Vienna, in diretta TV (ORF), durante una conferenza stampa gremita ovviamente di giornalisti alla Uniqa Tower. 

GUARDA LA PHOTOGALLERY ZOOM, SOPRA! 


CIRCO BIANCO
– Nel circuito maggiore ha esordito nella stagione 1999-2000, ha ottenuto il primo podio nel 2002 (Aspen) e la prima vittoria (Sestriere), il 13 marzo 2004, ovviamente in slalom. Ma ha saputo salire sul gradino più alto del podio in Coppa del Mondo anche in gigante (Semmering) e Supercombinata (Reiteralm). Marlies alla fine ha deciso di ascoltare i consigli dei medici e il suo corpo. Allo sci ha dato tantissimo, anche con la sua umiltà e semplicità. Le auguriamo il meglio nella ‘nuova vita’ che parte da oggi. 
 
 
 

Articolo precedenteDopo lo sciopero…gli azzurri tornano sulla neve
Articolo successivoA Wittenburg i militari in orbita azzurra
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine