Si riparte, azzurre a Pozza in vista di Maribor

0

Sabato e domenica gigante e slalom con due esordienti, Sosio e Cillara

La stagione di Coppa del Mondo, pur non brillantissima, era stata comunque la migliore degli ultimi tre anni, fino a febbraio, per la squadra di sci alpino femminile. Importantissimo rituffarsi con rinnovato entusiasmo nel Circuito maggiore, lasciandosi alle spalle un Mondiale estremamente negativo, ma che ormai non può più essere cambiato perché rimane storia. 

MARIBOR – Ci sono ancora quattro tappe di Coppa del Mondo da onorare prima delle Finali di Meribel di metà marzo, per un totale di 13 gare da disputare. Sabato e domenica gigante e slalom nella ‘classica’ Maribor, questa volta inserita in calendario dopo la grande rassegna stagionale. 

MAGONI – «Ripartiamo subito con gli sci ai piedi – ci dice Livio Magoni – così da dimenticare immeditamente la trasferata americana per quelle che c’erano e ritornare in clima gara per tutte le altre, dopo 15 giorni trascorsi senza lo staff. Siamo a Pozza di Fassa e oggi faremo due sessioni d’allenamento, tra gigante e slalom. Sono felice di trovare dei nomi nuovi, atlete fresche e giovani: Cillara Rossi in gigante e Federica Sosio in slalom e ci sarà anche il ritorno di Sabrina Fanchini. Credo soprattutto nei risultati e dopo le ultime gare positive tra FIS e Coppa Europa, queste ragazze si sono meritate la convocazione».

LAVORO – Allenamento in gigante per Nadia Fanchini, Cillara Rossi, Sabrina Fanchini, Marta Bassino, Francesca Marsaglia ed Elena Curtoni; in slalom per Brignone, Agnelli, Irene Curtoni e Marta Bassino. Il 19 e 20 febbraio, in Coppa Europa, in Germania, gareggeranno Costazza, Sosio, Sabrina Fanchini e Nicole Agnelli in slalom, prima di farlo anche a Maribor, in Slovenia, nel fine settimana, ma in Coppa del Mondo.

 

Articolo precedenteIl punto di De Chiesa: 'Bilancio davvero magro'
Articolo successivoDa martedi' i Campionati Italiani Giovani a Pila
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine