Si apre ufficialmente l’era Shiffrin: niente slalom per Stuhec ad Aspen, all’americana la Coppa del Mondo

Il forfait della slovena consegna ufficialmente all'americana di Avon il suo primo trofeo di cristallo assoluto, a 22 anni. Per trovare una vincitrice più giovane bisogna risalire a Janica Kostelic nella stagione 2002-2003

0
Mikaela Shiffrin (@Zoom agence)

Mancava solo l’ufficialità, è arrivata nella notte italiana: a 22 anni appena compiuti, Mikaela Shiffrin ha conquistato la prima Coppa del Mondo assoluta della sua carriera. Sicuramente, non l’ultima. Il forfait annunciato di Ilka Stuhec nello slalom femminile odierno ad Aspen (manche alle 17 e 19.30) consegna definitivamente la sfera di cristallo nelle degne mani dell’americana (198 punti di vantaggio in classifica a due gare dal termine), che succede a Lara Gut nell’albo d’oro e diventa la terza statunitense in grado di conquistare il trofeo al femminile dopo Tamara McKinney (1983) e Lindsey Vonn (2008-2009-2010-2012). Per trovare una vincitrice più giovane bisogna risalire alla stagione 2002-2003, quando la croata Janica Kostelic si impose per la seconda volta, a 21 anni.

CLASSIFICA GENERALE

Mikaela Shiffrin ©Agence Zoom
Mikaela Shiffrin ©Agence Zoom

FENOMENO – Numeri impressionanti quelli di Mikaela, che a quindici anni già vinceva in combinata alpina in Nor-Am Cup il 14 dicembre 2010 a Panorama, in Canada; alla stessa età esordiva in Coppa del Mondo a Spindleruv Mlyn in slalom (non qualificata per la seconda manche), quattro gare più tardi era già nelle dieci, all’ottava presenza saliva sul podio a Lienz e il 20 dicembre 2012, ad Åre, conquistava la prima vittoria nel circuito maggiore, a 17 anni. Da allora ha conquistato 25 delle ultime 42 gare tra i rapid gates… E cinque anni abbondanti dopo quella data in Svezia, Miki si ritrova oggi con 31 vittorie (25 in slalom, 4 in gigante, 1 nel City Event, 1 in combinata alpina), 43 podi in Coppa del Mondo su 105 gare disputate, 1 Coppa assoluta, 4 di specialità in slalom slalom, 3 ori mondiali e 1 olimpico (vinti consecutivamente) sempre tra i rapid gates. Può essere che Lindsey Vonn riesca a superare il record di 86 successi stabilito da Ingemar Stenmark nel circuito maggiore (l’americana è a quota 77), ma, se avrà voglia di continuare per altri dieci anni, l’eventuale nuovo primato potrà essere battuto proprio da Shiffrin, che, puntando con continuità anche sul superG e sulle combinate, avrà magari nel mirino addirittura i 100 successi nel massimo trofeo mondiale…

Mikaela Shiffrin, altra Renna vinta... (@Zoom agence)
Mikaela Shiffrin, altra Renna vinta… (@Zoom agence)

FUTURO – Prima Coppa del Mondo generale dunque per Mikaela, annunciata da tempo. Meritata, nonostante l’infortunio di Lara Gut ci abbia privato di un bel duello fino all’ultima gara dopo i Mondiali di St. Moritz 2017. Ma Shiffrin in questa stagione ha allargato i suoi orizzonti anche alle discipline veloci, è andata a punti in tutte le specialità, ha ottenuto 11 vittorie e 13 podi complessivamente, primeggiando in slalom, gigante, combinata alpina e piazzandosi quarta in superG a Cortina d’Ampezzo. Non sarà l’ultima sfera di cristallo per lei, anche se le avversarie potrebbero non mancarle nel futuro, da Stuhec alla stessa Gut, dall’eterna Vonn a Veith, da Weirather e Rebensburg se trovano continuità, passando, speriamo, anche per Goggia&Brignone, nonché Holdener e nuovi talenti che si affacciano all’orizzonte in più specialità, come Haaser, Meillard, Rast. Insomma, ci sarà da divertirsi nei prossimi anni, sempre, probabilmente, nel segno dell’americana di Avon…

ALBO D’ORO COPPA DEL MONDO FEMMINILE

Mikaela Shiffrin all'Atomic Media Day (@Atomic)
Mikaela Shiffrin all’Atomic Media Day (@Atomic)