Shiffrin vuole portarci via Magoni per il 2016?

10

Livio: «Vorrei restare, ma…». Contatti anche con altre squadre

Ne avevamo già parlato, ora l’argomento torna d’attualità. Ma non cambiamo idea: se ci saranno le condizioni per restare, Livio Magoni, tecnico bergamasco che ha vinto la Coppa del Mondo con Tina Maze nella stagione 2012-2013 e che da due anni guida la squadra italiana femminile di slalom e gigante, resterà con le azzurre, anche perché è sotto contratto fino al 2016. Perché? Perché in gigante ha una squadra giovane e competitiva e perché c’è una Marta Bassino sulla rampa di lancio, pronta per esplodere. Non solo lei, per altro. Certo, bisogna anche rifondare lo slalom… 

SHIFFRIN – Le alternative a Livio, comunque, non macano. All’estero Magoni è molto apprezzato e lo sappiamo bene, pare anche da Mikaela Shiffrin, secondo quanto scrive un quotidiano sportivo italiano. «Sì, ci sono stati contatti, ma nulla di firmato – ha ammesso Livio a Giorgio Pasini di Tuttosport, martedì 17 marzo -. Ho ricevuto offerte da due/tre Nazioni, ma a tutti ho detto che devo vedere cosa succede qui. Non ne abbiamo ancora parlato con la Federazione, prima voglio finire bene la stagione. Ci manca la vittoria e vorrei ottenerla proprio a Meribel. Se mi lasciano lavorare con le ragazze in un certo modo, resto. Le ragazze hanno fatto vedere che potrebbero fare qualcosa di grande, bisognerebbe seguirle bene. Decide la FISI. La squadra di gigante femminile italiana è fortissima, lo sanno tutti. I tecnici stranieri sono venuti più volte a farci i complimenti anche per la capacità di restare in forma tutta la stagione». 

Articolo precedenteMarsaglia: 'Un altro passo avanti su questa neve'
Articolo successivoTviberg e Siebenhofer a segno in Coppa Europa
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

10 COMMENTI

  1. Noi appassionati siamo qui a discutere se è meglio un allenatore anziché un altro, sulla tecnica ecc. Basta però leggere il Corriere della sera di oggi per capire quali sono i veri problemi della federazione e soprattutto della gestione Roda and Co.

  2. Beh…se non mi ricordo male, uno dei motivi per il quale Livio aveva lasciato il Team Maze (a suo dire) era il fatto di voler rimanere più vicino alla famiglia….almeno per quanto possa permettere uno sport come questo….Io spero che la Fisi lo faccia lavorare con le nostre giovani, perchè il potenziale è davvero molto grande….Sarebbe il caso che i nostri migliori tecnici venissero "usati" per portare in alto la nostra nazione…non quelle degli altri…