Shiffrin, il tecnico di riferimento diventa De Marchi?

0

Rivoluzione nel Team USA: Pfeiffer ai maschi, Riml ad interim alle donne

Le voci si rincorrevano da tempo, fin dai primi risultati non soddisfacenti (per lei, sia chiaro) dopo il trionfo in gigante a Soelden. E, puntuale, ecco il cambio d’allenatore ‘personale’ per Mikaela Shiffrin, per altro reduce da due vittorie e tre podi nelle ultime tre gare disputate, due slalom e un gigante, quando già i cambiamenti erano in atto. 

ALLENATORE – Andiamo con ordine. Com’è ben noto, le principali star americane a livello femminile, quindi Lindsey Vonn, Julia Mancuso e, da tre stagioni, Mikaela Shiffrin, lavorano sì in squadra, con il resto del gruppo, ma hanno anche un tecnico di riferimento a loro dedicato, completamente, che nel caso della 19enne di Avon, Colorado, era anche il responsabile del team di slalom e gigante donne, l’austriaco Roland Pfeiffer. Vero anche che la squadra femminile americana, tra i rapid gates, annovera nel team di Coppa del Mondo di fatto la sola Mikaela, con le altre atlete (poche, in verità), aggregate di volta in volta per ‘training camp’ o gare. La stessa Resi Stiegler, che pure vanta un podio in Coppa del Mondo ed è andata a punti quest’anno in slalom tra le ‘grandi’, non fa parte del gruppo A, tanto per non fare che un esempio. 

CAMBIO – Detto questo, da tempo si parlava del fatto che si fosse esaurito il feeling proprio tra Pfeiffer, che pure seguiva Miakela dal 2011 e con lei ha vinto praticamente tutto tranne la Coppa del Mondo generale (ma ha 19anni la fuoriclasse americana…), e la stessa Shiffrin. Ora la Federazione è ‘corsa ai ripari’, passando ai fatti. Certo, alcuni ‘spifferi’ parlano anche di decisione ‘pilotata’ da mamma Eileen, che con il manager austriaco Kilian Albrecht segue come un’ombra Mikaela, ovunque. Ma è tutto da dimostrare. In ogni caso, diventano ufficiali i cambiamenti, non pochi per altro, e non riguardanti solo Pfeiffer. 

MINI RIVOLUZIONE – US Ski Team ha infatti annunciato che il direttore tecnico di tutto lo sci alpino, Patrick Riml, ha di fatto preso ‘ad interim’ la responsabilità della squadra femminile di slalom e gigante, assieme all’allenatore Gary Miller (vice di Pfeiffer), assistente che di fatto diventerà il vero ‘capo’, e al preparatore e allenatore Luca De Marchi (svizzero di Lugano, ex Swiss Team) in realtà il nuovo ‘uomo ombra’ , si dice, di Mikaela Shiffrin. Tra l’altro, proprio De Marchi ha anche tracciato la 2a manche a Zagabria, dove la Shiffrin ha dominato come solo Stenmark ha saputo fare nella storia dello sci alpino… 

DICHIARAZIONI – «La nostra idea – ha detto proprio Riml in una dichiarazione apparsa su Racking Ski – è che un cambiamento si fosse reso necessario per ridare stabilità alla squadra, con naturalmente ulteriori sforzi concentrati su Mikaela Shiffrin. Roland Pfeifer avrà ora un nuovo incarico con il team maschile, insomma continueremo a sfruttare la sua professionalità e le sue conoscenze». Non è tutto, però. All’interno della squadra di velocità, infatti, secondo quanto riportato da un’agenzia austriaca, ci sarebbe stato un ulteriore cambio, nonostante la storia tripletta di Lake Louise (seconda discesa), con la vittoria di Lindsey Vonn davanti a Cook e Mancuso: allontanati gli assistenti Wade Bishop e Pascal Hasler, ecco Martin Gray (ex Copper Mountain Competition Manager) e Michael Rogan (direttamente da USSA TEAM Academy) fino al termine della stagione. Il tutto, a meno di un mese dai Mondiali di Vail/Beaver Creek…   

 
 

Articolo precedenteSanta Caterina: FIS alla Bassino, GPI alla Nobis
Articolo successivoDalbello a Jarden Corp
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine