Zuccarini, Coriani, Magnani e Biolchini: facce da Giro a Sestola

SESTOLA LIVE - Alla tappa del Giro d'Italia con arrivo nella località modenese abbiamo incontrato Zuccarini, Coriani, Magnani e Biolchini

0

Entusiasmo, colore e calore. In città, nei borghi. In pianura ed in salita. Per 219 chilometri dalla Toscana all’Emilia Romagna, da Campi Bisenzio (FI) fino a Sestola, Appennino modenese. Il Giro d’Italia è entrato nel vivo: secondo arrivo in salita e ancora una volta su montagne care allo sci. Giovedì scorso in Abruzzo ad Aremogna-Roccaraso, ora la volta di Sestola, ai piedi del Monte Cimone. E siamo saliti a Sestola a vedere l’arrivo della tappa (per la cronaca vinta da Giulio Ciccone della Bardiani-CSF e con la nuova maglia rosa indossata da Bob Jungels della Etixx-Quick Step) e abbiamo toccato con mano una partecipazione davvero straordinaria di pubblico. E fra questi anche addetti ai lavori dello sci alpino, da atleti a tecnici. Sull’ascesa, davvero cattiva, di Pian del Falco (nel finale 4 chilometri al 9%) ecco il bolognese di Gaggio Montano tesserato con il Livigno Giulio Zuccarini, nuovo innesto in squadra nazionale, che abbiamo trovato proprio dove scollina la salita. Sempre in bicicletta a Sestola, prima dell’arrivo dei corridori, Riccardo Coriani, tecnico reggiano che opera a Cerreto Laghi. E poi nella finish area il direttore tecnico del Cimone Ski Team Andrea Magnani, quindi ecco dopo le premiazioni, nella bolgia fra bandiere e vessilli, il coach del Comitato Appennino Emiliano Alessandro Biolchini. Ed ecco cosa ci hanno detto nel video…