Serra: "in gigante abbiamo sprecato un'occasione"

0
230

Non troppo soddisfatto del risultato odierno il responsabile azzurro

"Peccato, abbiamo sprecato un’occasione. De Aliprandini è quasi caduto nel muretto finale. Si è rialzato ma ha perso parecchio tempo. Chiude sesto, ma senza quell’ errore…". Alessandro Serra, il coach responsabile degli azzurri nella spedizione iridata di Garmisch Partenkirchen non è soddisfatto del risultato. Ancora il coach di Cesana Torinese: "tuttavia ho visto i miei sciare bene a tratti. Non solo De Alprandini, ma anche Mattia Casse che alla fine è terminato nono dopo un recupero dalla quattordicesima posizione della prima manche. Chi invece ha fatto fatica nella seconda è stato Giovanni Borsotti, retrocesso al sedicesimo posto”. Ha vinto il francesino classe ’91 Alexis Pinturault, che ha dominato in entrambe le manche. Tutti davano Marcel Hirscher superfavorito per la medaglia d’oro, ma l’austriaco è “affondato” sulla
neve gessosa della Kandahar, piazzandosi comunque in terza piazza. Argento all’altro austriaco Bjoern Sieber. “Complimenti al francese, davvero due belle manche. Comunque la squadra azzurra del gigante ha fatto vedere che di margine ne ha ancora. De Alprandini è stato sfortunato, sia ieri nel superG quando viaggiava sui tempi di Tonetti , sia oggi”.
Il campione del mondo della discesa Plank è deragliato dalla Kandahar, invece l’argento della libera e bronzo del superG Paris ha chiuso ventesimo oggi. Out nella seconda anche Antonio Fantino. Le pessime condizioni del tempo hanno obbligato non solo a cancellare la libera femminile ma anche ad annullare il training di slalom degli azzurri.
Gara di slalom prevista proprio domani.
Al momento sicuri – ha chiuso SerraJacopo Di Ronco, Riccardo Tonetti, Andy Plank e Dominik Paris. Gli altri due saranno selezionati in serata”.
 

Articolo precedenteAndy & Dominik, i più forti siamo noi!
Articolo successivoLa prima volta di Osborne-Paradis
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...