Sci club K2 all'insegna della continuita'

0
609

Il team del presidente Beppe Giacone si presenta per la stagione 2011/2012

All’insegna della continuità: questa sarà la linea guida che, pur continuando sulla falsariga dello scorso anno, accompagnerà la strategia dello Sci Club K2 per la stagione 2011/2012.
Sicuramente lo sci, soprattutto a livello non professionistico, è uno sport che si nutre di soddisfazioni non proporzionate allo sforzo vocazionale che richiede ad allenatori ed atleti.
Per questo motivo il ricambio, soprattutto dei primi, all’interno di uno sci club, è un fenomeno che non ci coglie impreparati.
In effetti, ci racconta Bruno Palman, storico Direttore Tecnico della compagine torinese, il fenomeno del turn-over in fatto di tecnici comincia ad essere un aspetto frequente tale da incidere sulla pianificazione e sulle strategie.
Il segreto per affrontare costruttivamente questi eventi è il considerare un possibile problema come un’occasione, ovvero sfruttare la possibilità di un cambiamento per migliorare ulteriormente l’offerta nei confronti dei nostri soci ed atleti. A tal riguardo non poche saranno le novità di quest’ anno oltre all’irrinunciabile Bruno Palman, da anni direttore tecnico, nonché allenatore della categoria Cuccioli, all’esperto Marino Massa coordinatore delle categorie Ragazzi/Allievi, farà parte della squadra anche Luca Giuliano che dopo un periodo sabbatico seguito alla sua ultima esperienza nello Sci Club Thabor ha deciso di rimettersi in pista unendosi alla nostra compagine.
Al gruppo titolato e numeroso uniamo la presenza di Jacopo Rossi nuovo allenatore che si occuperà dei più piccoli e che proviene dal nostro Sci Club quindi un prodotto del vivaio, un esempio per tutti i nostri giovani atleti.
Altro aspetto su cui da sempre si concentrano gli sforzi della dirigenza del K2 è il tentativo di aiutare e favorire i genitori, principali sponsor dell’attività dei figli, con un trattamento economico di assoluto interesse, fornendo un ottimo rapporto qualità/prezzo, costi invariati rispetto allo scorso anno, ed una  rateizzazione in tre tranches.
La location sarà quella di sempre, ovvero Sansicario, mentre il nostro sforzo organizzativo e tecnico godrà di nuove e fresche energie; non ci resta che fare gli scongiuri per una stagione baciata dalle condizioni atmosferiche e ricca di successi e soddisfazioni. (Claudio Mino)