Scatta la South American Cup

0

Otto tappe, il via da Cerro Catedral, Argentina. Finali a settembre in Cile

In Nuova Zelanda, a fine luglio, è scattata ufficialmente la stagione 2014-2015, con un gigante FIS, a Cardrona. Ma la prima, vera competizione internazionale si apre, come ormai da tradizione ultra-decennale, in Sudamerica, con la South American Cup, terra di conquista della famiglia Simari Birkner. E’ un circuito vero e proprio, come quello di Coppa Europa, Nor-Am o Far-East, con varie tappe nel continente, anche se in sole due nazioni, Argentina e Cile

INCIPIT – Si parte martedì e mercoledì 12-13 agosto con le prime quattro gare, due slalom e due giganti, al maschile e femminile, da Cerro Catedral, non lontano da San Carlos de Bariloche, proprio il luogo che ha dato i natali ai Simari Birkner. Siamo nel Parco Nazionale Nahuel Huapi, in Patagonia, sud ovest dell’Argentina, ma comunque distanti da Ushuaia e dalla Terra del Fuoco. Ci sono oltre 100km di piste. 

GARE – Il calendario prevede otto tappe, per un totale di 23 gare, tra tutte le discipline, anche una discesa in due manche; si disputeranno tra Argentina (Cerro Catedral, Chapelo, Cerro Castor-Ushuaia) e Cile (Antillanca, El Colorado, due volte, anche le ‘Finali’ tra 16 e 19 settembre, e La Parva). La Coppa in sé non ha grandissima rilevanza tecnica, perché inizialmente vi partecipano solo atleti sudamericani (argentini, cileni, anche qualche brasiliano), che normalmente faticano a raccogliere punti in Coppa del Mondo, ma in ogni caso è un circuito ufficiale FIS che va onorato e rispettato e tra fine agosto e inizio settembre può capitare, invece, che diventi banco di prova, di rodaggio, per atleti di alto livello presenti in Sudamerica per gli allenamenti ‘estivi’. Basti pensare che le ultime gare della scorsa South American Cup, al femminile, in tutte le discipline, sono state vinte da Dominique Gisin, Lara Gut, Tina Weirather, Francesca Marsaglia, Nadia Fanchini, Chiara Costazza. 

STORIA – Dal 1999 a oggi, eccezion fatta per il 2006, anno in cui non è stata disputata, la South American Cup è sempre stata vinta da atleti argentini, praticamente solo con due nomi, i fratelli Cristian Javier Simari Birkner, che si è imposto nella classifica finale dal 1999 al 2013, con l’eccezione del 2003 (vinse l’americano Brown) e Maria Belen Simari Birkner, che ha lasciato alla sorella Macarena la coppa del 2008 e a Nicol Gastaldi, connazionale argentina, quella del 2013. Benedetta Cumani, italiana, fu seconda nell’edizione 2010, a soli 20 punti da Maria Belen. 

 
 

Articolo precedenteAsiva, concluso il raduno atletico
Articolo successivoSudamerica e Nuova Zelanda, la mappa degli allenamenti
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine