Saranno 'azzurre' le tute italiane per Vail 2015

1

Nazionale presentata a Pozza di Fassa, Gross: «Basta medaglie di legno»

Mancano tre giorni all’avvio dei Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015, che partiranno con la 1a prova cronometrata della discesa femminile, prevista il 2 febbraio; il 3 superG donne, prima gara. I velocisti azzurri sono ovviamente già in Colorado, mentre a Pozza di Fassa è stata presentata, con alcuni atleti italiani delle discipline tecniche, la nuova ‘tuta da gara speciale’ per la rassegna. Di colore azzurro, dopo il rosso che viene invece utilizzato per la Coppa del Mondo. 

RODA – Nella località trentina erano presenti il Presidente Flavio Roda, l’Assessore allo Sport del Trentino Tiziano Mellarini, l’Assessore allo Turismo del Trentino Michele Dellapiccola, il Direttore Marketing di Dolomiti SuperSki Gerhard Vanzi e il Presidente di APT Fassa Enzo Iori. «Ringrazio la Val di Fassa che ci ospita in questa occasione e ci assiste anche durante la stagione – ha dichiarato il presidente Roda -. Vorrei ricordare anche i Gruppi Sportivi Militari e di Stato per il loro apporto, così come i tecnici che hanno avuto pazienza in questi mesi. La Federazione ha passato in autunno un momento difficile sotto il profilo finanziario che adesso è stato superato anche grazie alla loro collaborazione. Ci voleva un po’ di coraggio e, a questo proposito ringrazio il Consiglio Federale che mi ha appoggiato. Ora, con il piano finanziario approvato dal Coni, il momento difficile e’ passato e possiamo dire che la Fisi e’ più solida. La risposta degli atleti in questa stagione alle critiche a volte anche ingiustificate e’ stata ottimale grazie al loro impegno. L’obiettivo è quello di fare bene, la fiducia è alta e la cosa importante è che la quasi totalità dei convocati lo hanno meritato sul campo, sono sicuro che cercheranno di fare bene».

PROGETTI – Nel corso del pomeriggio sono stati anche presentati il Progetto ‘Vivere la neve’ che ha preso il via proprio in questi giorni nelle scuole e il nuovo accordo con San Carlo che sponsorizzerà i gruppi FuturFisi del settore giovanile.

TUTA – Presentata ai giornalisti anche la tuta che Kappa lancerà proprio in occasione dei Mondiali e che accompagnerà l’avventura degli azzurri anche nelle rassegne iridate delle altre discipline. «Kappa ci affianca ormai da qualche stagione in questo impegnativa avventura – conclude Roda – e intendo ringraziarla pubblicamente per l’aiuto concreto che ci fornisce». 

PAROLA AGLI AZZURRI
 

DAVIDE SIMONCELLI: «Sfrutto ancora questa possibilità che mi è stata concessa, cercherò di prenderla al volo con l’esperienza accumulata in tanti anni di attività contro la freschezza degli avversari. Ci proverò con la consapevolezza di dare il 110%». 

MANUELA MOELGG: «E’ il mio sesto Mondiale, sono pronta. Non parto da protagonista ma posso concentrarmi sul potere fare e non dover fare». 

FEDERICA BRIGNONE: «Spero di arrivare a Vail ed essere protagonista, non voglio tornare a casa con il rimpianto di avere potuto fare qualcosa di diverso». 

STEFANO GROSS: «La condizione mentale è ottimale, ma in questo momento bisogna andare al 200% perché il 100% non basta più. Ho già raccolto abbastanza medaglie di legno in carriera, direi che possono bastare». 

CHIARA COSTAZZA. «Speriamo di continuare a preparaci bene nei prossimi giorni, ovviamente tutte vanno in America con lo stesso obiettivo. Il livello generale dello slalom sta crescendo, Shiffrin ha avuto forse qualche problema in più rispetto al passato, anche noi italiane ogni tanto riusciamo a combinare qualcosa di buono, ci giocheremo le nostre possibilità». 

FLORIAN EISATH: «Non sono partito in questa stagione con le premesse migliori, però durante l’anno sono cresciuto. Ho visto che con la mia sciata posso tenere la velocità dei migliori, vado lì per godermi l’evento e fare il meglio possibile».

 
 

Articolo precedenteChaillol, due podi negli slalom FIS per Bacher
Articolo successivoRulfi: 'Squadra in salute e Beaver ci piace'
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

1 COMMENTO