Santa Caterina, domani una discesa FIS

Nessun titolo italiano in palio. Una seconda discesa valida solo come FIS, poi giovedì il superG tricolore

0
Santa Caterina
La riunione di giuria a Santa Caterina

Domani a Santa Caterina Valfurva non si assegneranno medaglie. L’organizzazione, in accordo con il delegato FIS Wilfried Bereiter e con il direttore giovanile Roberto Lorenzi, ha deciso di far disputare una seconda gara di discesa libera, solo FIS. In Valtellina le previsioni meteo non annunciano bel tempo. Dovrebbe arrivare qualche centimetro di neve, con visibilità non così pessima. Si tenterà dunque di gareggiare ed è proprio per questo motivo che il superG valido per gli Italiani non è stato anticipato.

LORENZI – «Aver fatto la gara oggi è stata la cosa migliore – dice Roberto Lorenzi -. Non sono dell’idea di fare prova e gara nello stesso giorno, però oggi le condizioni erano buone e quindi siamo riusciti a fare tutto, anticipando così il maltempo. Domani proveremo a fare la gara, non andremo tanto lunghi con gli orari, se vediamo che ci sono le condizioni si corre, altrimenti non posticiperemo troppo perché il campionato italiano è ancora lungo».

ORARI – Apertura degli impianti alle ore 8, ricognizione aperta dalle 8.30 alle 9.15, poi la partenza alle ore 10. Al via ci saranno poco meno di 120 concorrenti. La prima donna a partire sarà la valdostana Giulia Albano, seguita dalla piemontese Carola Gardano e dall’altra valdostana Amelie Guidetti. Al maschile i primi a lasciare la start area saranno Luca Taranzano, Patrice Revil e Alessio Bonardi