Ronci di nuovo campione italiano Giovani di slalom

0
1318

San Valentino alla Muta Live – Sul podio Damian e Zingerle

Giordano Ronci si ripete. Dopo la medaglia d’oro sulla Agnello di Pampeago di Tesero lo scorso anno, arriva la doppietta sulla Panorama di San Valentino alla Muta ai Campionati Italiani Giovani organizzati con maestria dallo Ski Club Haid.

RONCI SU DAMIAN E ZINGERLE – Il portacolori del gruppo Coppa Europa da’ distacchi significativi: un secondo e otto centesimi a comunque un ottimo Johannes Damian, Comitato Alto Adige e 1.28 ad Alex Zingerle, FuturFisi. Per il romano un successo importante che lo conferma miglior Giovane fra le ‘porte strette’, forte anche del bronzo assoluto e di quattro ‘top ten’ in Coppa Europa. Alex Hofer, FuturFisi, quarto Giovane. Poi Stefano Baruffaldi ancora team C e sesta piazza per Alberto Parola e settima per Luca Riorda, a dimostrazione del buon momento del Comitato Alpi Occidentali.

MAURBERG MIGLIOR ASPIRANTE – A seguire Simon Maurberger, Alto Adige, primo Aspirante, poi Emanuele Buzzi, FuturFisi, Norman Cerini, Alpi Centrali, Marco Manfrini, Trentino.  La standing assoluta vede l’elvetico Daniel Yule primeggiare, Ronci  secondo per 19 centesimi. Fra i Grand Prix quarto Thierry Marguerettaz dell’Esercito ex-aequo con Hofer, sesto Nicola Rota del Goggi ex-aequo con Baruffaldi, ottavo Rocco Delsante delle Fiamme Oro, dopo Parola ancora Polizia con Michelangelo Tentori e Michael Eisath. Secondo Aspirante Federico Liberatore del Trentino e terzo Tommaso Sala, Alpi Centrali. In aprile superG e discesa a Santa Caterina Valfurva.

Articolo precedenteDiscesa cancellata, Paris terzo nella Coppa
Articolo successivoSan Valentino 'start area'
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...