'Roda sara' il presidente di tutti e senza etichette'

6
1961

Ecco Dante Berthod da La Thuile, il Consigliere più votato

La Thuile. Alle 7.30 del mattino Dante è già al piazzale della telecabina che dal paese raggiunge Les Suches. Complimenti, pacche sulle spalle, abbracci, manifesti con la foto di raceskimagazine.it dell’assemblea appese sulle vetrine circostanti, un riconoscimento dei  ‘suoi’. Dante è Dante Berthod, confermato, anzi straconfermato Consigliere federale, essendo stato il più votato con oltre 37.000 preferenze. Eccolo: «Ringrazio l’unità della mia regione che mi ha sostenuto ancora una volta. A Modena abbiamo eletto una persona che stimo, Flavio Roda sarà un presidente pratico, efficace, deciso, chiaro. La cosa che mi è piaciuta maggiormente nei nostri colloqui intercorsi alla vigilia e durante il discorso di Modena è stato il fatto di sostenere con forza la volontà di essere il presidenti di tutti ma senza ‘etichette’ o vecchi accasamenti. Oggi si volta pagina davvero, Roda è la persona giusta».

6 COMMENTI

  1. Come avevo già detto in precenza vedremo cosa succedera ai primi consigli federali per il rinnovo dei Tecnici (DA) e delle varie comissioni di lavoro auguro a Roda un buon lavoro contro il vecchio consiglio si perchè di nuovo cè poco!!!
    ciao

  2. Certamente il buon Roda farà di tutto per essere di tutti….ma i compagni di merende di MORZENTIK no…saranno fedeli come un carabiniere al loro Capo Supremo….perciò auguro al buon Roda di farsi prescrivere degli ansiolitici in vista dei prossimi impegni che lo aspettano, sono certo che ci metterà l'anima ma contro il condannato sarà dura….forse serve un miracolo…!!!!