Riesch: "A Soelden si vince con la testa"

0
605

Risolti i problemi allo stomaco, risentimento alla caviglia

Mica male questa Maria Riesch così truccata, curata, vesita più da metropoli che da montagna. Più lei della Vonn l’attrazione in casa Head. Più lei di Elisabeth Goergl a rispondere alle domande dei giornalisti che hanno l’hanno presa d’assalto alla conferenza stampa degli atleti Head. Più lei della Paerson per determinazione e cattiveria agonistica nelle dichiarazioni. La bavarese, vincitrice della Coppa del Mondo, si concentra sull’opening di sabato: «Per fortuna ho risolto i problemi legati a un’intolleranza alimentare. Avevo mal di stmaco in primavera, abbiamo capito successivamente le origini. Per questo sono dimagrita un po’, ma non è un problema. Perderò in velocità? Non credo, anzi tirerò meglio le curve. Unica cosa, ho un risentimento alla caviglia per una botta presa in estate. Un piccolo acciacco, ma non ci penso. Del resto a Soelden si vince soprattutto con la testa perchè è la prima gara della stagione e questo ripido intimorisce sempre un po’. Sono pronta, la testa c’è insomma». Abbiamo anche chiesto alla detentrice della Coppa se avesse avuto modo di chiarire i propri rapporti con Lindsey Vonn dopo le incomprensioni della scorsa stagione. La risposta è stata diplomatica ma decisa: «Per me è un’atleta, un’avversaria come le altre, non voglio dire altro». Quasi un no comment.