Razzoli, sorpresa gigante

0
196

A Zermatt sui piani l'olimpionico in grande condizione

Oggi ultimo giorno per gli slalomgigantisti sulle nevi vallesi di Zermatt. Intanto una buona notizia arriva da Giuliano Razzoli. L’olimpionico va davvero forte anche in gigante. Claudio Ravetto, il direttore tecnico che ha seguito i primi due giorni di training sul ghiacciaio svizzero, esalta il reggiano: «Il secondo giorno, quando il tracciato era più filante e il pendio più piano, Razzoli si è mosso molto bene, stando spesso davanti. Quando la tracciatura si faceva più stetta ed angolata a primeggiare è tornato Manfred Moelgg davanti a Florian Eisath». E’ vero che a Zermatt non erano presenti Massimiliano Blardone e Giovanni Borsotti, ma i ‘giri’ di ‘Razzo’ sono stati comunque una conferma di quanto di buono l’olimpionico aveva fatto a Ushuaia. La prossima settimana riposo, quindi dalla prima di ottobre inizia il conto alla rovescia per l’opening di Soelden. Si aspetta un’altra nevicata, così gli azzurri potranno sciare sul ghiacciaio del Passo del Tonale, in Presena. Intanto per ora il calendario dice Passo Stelvio. Al Tonale tuttavia ci sarebbe la possibilità di ‘barrare’, ma ad oggi non vi sono le condizioni per l’apertura del ghiacciaio.