Ravetto: "Sprechiamo e sbagliamo troppo"

1
166

Fra Kitzbuehel e Cortina nessuno nei 'top ten'. Aspettiamo le libere domani

Una giornata incolore per le squadre azzurre di velocità. Fra Kitzbuehel e Cortina d’Ampezzo nessuno nei ‘top ten’. Parte male la prima giornata di gare del fine settimana, il momento non particolarmente difficile dello sci italiano continua. Claudio Ravetto che si trova in Tirolo ma domani dopo la discesa sulla Streif raggiungerà direttamente la Dolomiti bellunesi per vedere il secondo superG non ci gira troppo intorno. Non ha mezze misure il biellese di Strona: "Sprechiamo e sbagliamo troppo, non riusciamo al momento a rendere in gara come invece facciamo in allenamento o anche nelle prove cronometrate delle discese. Oggi Christof Innerhofer è andato lungo nella parte finale, quella che girava maggiormente. Ha sbagliato una linea, poi ha sempre arrancato per rimanere dentro. Scia forte ‘Inner’, è in grande forma, ma sbaglia troppo. Avete presente la ‘macchina’ Ivica Kostelic? Ecco, noi siamo l’opposto oggi. Non solo qui, anche a Bormio Innerhofer era nettamente il più forte, poteva fare meglio anche del terzo posto. Domani certo, puoi salire sul podio, ma a questo punto non so che errore aspettarmi domani...". Ravetto è consapevole della forza dei suoi ragazzi, ma al momento ammette che si sta facendo troppa fatica: "Guardate anche Werner Heel. Nelle curve finali, davvero difficili e determinanti, ha fatto il terzo tempo, ma ha sbagliato di gran lunga la parte centrale. Peter Fill? Non è in forma, un po’ per l’anno dopo l’infortunio, un po’ per alcuni  problemi familiari, un insieme di cose insomma. Nota postiva a Kitz Hagen Patscheider, che ha tirato fuori le unghie, Dominik Paris è ancora troppo incostante, nonostante qualche punto conquistato". E a Cortina? "Non bene, mi aspettavo decisamente di più anche in virtù delle prove di ieri. Vabbè…oggi è andata così, speriamo in un pronto riscatto domani nelle discese". Già, speriamo…

1 COMMENTO

  1. a differenza di Benitez, Ravetto il panettone l'ha mangiato (anche più di uno si direbbe) ma i risultati continuano a non arrivare. ora dice "sbagliamo troppo" ma se fossi in lui inizierei a chiedermi e a pensare se non è proprio lui a sbagliare troppe scelte e troppe cose