Ravetto: «Il sistema non funziona. Mi candido presidente FISI»

Claudio Ravetto, ex direttore tecnico, si candida presidente FISI

8
Claudio Ravetto ©Andrea Chiericato

Che delusione. E non mi riferisco tanto agli atleti, che danno comunque il loro massimo, quanto al nostro sistema. Zero medaglie al maschile, come già a Beaver Creek, e qui è andata ancora peggio, anche se peggio di zero non si può! Fossi ancora direttore tecnico in questo momento darei immediatamente le mie dimissioni, l’ho fatto per molto meno chiamandomi praticamente fuori dopo due medaglie alle Olimpiadi di Sochi (solo con i maschi, 5 gare n.d.r.)  e con otto medaglie complessive conquistate nei due mondiali del quadriennio olimpico precedente.

ANCORA ZERO TITULI NEGLI UOMINI –  Ora il Direttore Tecnico non c’è più, ascolterò con interesse le dichiarazioni del Direttore Sportivo Massimo Rinaldi voluto apposta dalla dirigenza per trasformare i piazzamenti di Sochi in ori luccicanti, si dimetterà dopo questi risultati? Si dimetterà dalla sua posizione di segretario particolare del Presidente? E il capo allenatore Max Carca che tanto mi criticava quando era allenatore della nostra squadra (da me voluto…tra l’altro!), precettato proprio subito dopo i mondiali a zero di Beaver Creek per invertire la rotta, come si giustificherà? Come risponderà alle critiche che avrà il dovere di porsi lui stesso? In fondo non credo sia tanto neanche colpa loro, credo che il problema vero sia proprio il sistema che ho nominato all’inizio, sistema voluto e costruito scientemente dall’attuale Presidente FISI Flavio Roda, che semplicemente ha voluto annullare completamente la personalità all’interno delle nostre squadre nazionali, per motivi suoi caratteriali. Personalità appunto, quella che serve in un Mondiale o alle Olimpiadi, a St. Moritz non l’abbiamo avuta, non a caso l’unica medaglia è arrivata da Sofia Goggia, lei di personalità ne ha da vendere. Esattamente come me la pensano in tanti, nessuno ha il coraggio di dirlo apertamente, per interesse o per opportunità, il sistema non lo consente.

SAVONAROLA – Non mi importa, continuerò a fare il Savonarola, a dire quello che penso come ho sempre fatto, anzi proprio per metterci in pieno la faccia e combattere quello che per me non va, annuncio pubblicamente che fra un anno mi candiderò alla presidenza FISI. Fra un anno e non prima, perché il Presidente FISI Flavio Roda non si dimetterà certo ora, non ha la personalità per farlo!.

8 COMMENTI

  1. Il presidente FISI DEVE essere un uomo con grandi doti manageriali e politiche. Attrarre l’attenzione di aziende, sponsor e capitali. Sarebbe meglio non fosse un ex allenatore … i tecnici ci sono e devono essere liberi di fare quello per cui sono pagati … e prendersi ogni responsabilità del proprio operato. Sinceramente mi sembra che RODA non abbia queste caratteristiche .

  2. Io sinceramente vorrei rivedere un Ravetto capo allenatore, o responsabile tecnico o come c… lo volete chiamare. Purtroppo non potrebbe gestire tutti gli ambiti, e quindi forse è meglio come presidente. Non voglio chiedere nomi,non è certo il caso, vorrei solo sapere se faresti tabula rasa della dirigenza tecnica o se salveresti qualcuno (senza far nomi anche in questo caso). Comunque forza Claudio,ci manchi!

  3. Nonostante si denoti un leggero avvelenamento del dente dell’autore, Concordo pienamente con lui sul fatto che Roda abbia fatto il suo tempo e che quindi dovrebbe avere il buon senso e la correttezza di andarsene per il bene ed il futuro di questo sport.
    Già due anni fa tutti su questo sito dicevamo lo stesso a proposito degli zero tituli ma niente da fare: continuiamo a cambiare lo staff ( per altro in certi caso ottimo) ma non i vertici…
    Vidiciatico lo aspetta e lo rivuole a caa: e allora, non sarebbe ora di mollare la poltrona per dare spazio e nuova linfa a questo sport e godersi la pensione al Corno?