Ravelli 4×4 nel gigante degli Italiani Giovani

1
449

Netto successo dell'azzurro bresciano sulla Renato Rosa di Pila

Nonostante le temperature ‘africane’, il gigante degli Italiani Giovani di Pila si è disputato regolarmente, sulla pista del Bosco tirata a lucido dagli uomini di Mauro Cornaz che sono riusciti ad ottenere il meglio da una situazione davvero critica. Partenza alle 8.15, con fondo duro e compatto, visto l’abbassamento della temperatura notturno. Il fondo nevoso si è segnato solo per i concorrenti dopo il 50, grazie anche all’ottimo lavoro dello staff dello Ski Club Pila, diretto da Amato Cerise. Per la seconda manche sono stati gettati chili di solfato, ma alla fine tutto si è svolto per il meglio. La ‘Renato Rosa’ non è una pista difficilissima, richiede attenzione in un paio di cambi di pendenza e poi tanta capacità di portar fuori velocità dalle curve. Condizione che ha esaltato Andrea Ravelli. Già nella prima manche ha rifilato più di un secondo a tutti, poi nella seconda ha cercato di amministrare un po’, tuttavia aumentando il margine sugli inseguitori a un secondo e quattro. Alle sue spalle Max Rinner, quindi Giordano Magri, il primo di un gruppetto di atleti delle Alpi Centrali che hanno davvero fatto faville. Quarto posto (preceduto nella generale da Paolo Pangrazzi) a 23 centesimi dal podio per Stefano Baruffaldi, quindi Ivan Codega, Pierfrancesco Monaci e l’azzurro Carlo Beretta. Ottimo decimo posto per Daniele Sorio (primo Aspiranti) autore di una grande rimonta nella seconda manche grazie anche al miglior tempo parziale.  Nella classifica Aspiranti sul podio anche Alex Hofer e Niccolò Menegalli. Domani ultimo appuntamento di questo intenso fine stagione valdostano con lo slalom speciale valido per il titolo italiano Giovani. Continua a fare molto caldo e per gli uomini di Pila sarà un’altra dura giornata ‘in ufficio’.

1 COMMENTO