Quando si parte?

0
414

Il 'toto allenatori' ancora in atto. Serra verso la discesa femminile?

Tutto tace, nessuna comunicazione ufficiale su squadre,allenatori e programmi. Se nel resto del mondo compagini e programmi sono da settimane di dominio pubblico, per l’Italia ci sarà ancora da aspettare qualche giorno, crediamo fino al 12 quando ci sarà l’ufficio di presidenza della Fisi. Abbiamo anticipato che Claudio Ravetto sarà il direttore tecnico anche del settore femminile. Dovrebbe essere proprio così, anche se il diretto interessato glissa. Intanto Michael Mair ieri ci raccontava: “Nessuno mi ha più chiamato, aspetto. E spero”. Se in campo maschile qualcosa sembra più sicuro, in campo femminile si naviga davvero a vista. Di sicuro con Stefano Costazza non ci sarà più Christian Thoma, passato alla Finlandia. La direzione agonistica avrebbe chiesto a Giuseppe Zeni di trasferirsi dai jet maschili alla squadra femminile delle discipline tecniche, ma il poliziotto di Tesero ha detto no: “Non mi interessa l’esperienza con le donne”. Intanto candidato numero uno alla guida della squadra della velocità c’è Alessandro Serra: “Dopo quattro anni in squadra C mi piacerebbe tornare in Coppa del Mondo, e farlo da responsabile. Ho fatto otto anni in Fisi, prima della C due stagioni in Coppa del Mondo con i maschi con i velocisti, proprio con Ghidoni”, ci ha detto il tecnico di Cesana Torinese. Si va verso uno scambio: con Alberto Ghidoni fra i candidati ad allenare gli ‘azzurrini’, anche se girerebbero anche altri nomi. “Con Vancouver posso ritenere conclusa l’esperienza con le velociste, ma di mestiere faccio l’allenatore e mi piacerebbe avere la responsabilità di un altro team", affermava ieri il carabiniere della Val Trompia. In campo maschile ‘super confermato’ Gianluca Rulfi con i velocisti: il piemontese è sempre più il “braccio destro” di Ravetto, il consigliere più fidato. Il gruppo dei polivalenti invece con molta probabilità non verrà più messo in piedi: Max Carca tuttavia dovrebbe seguire comunque tutte le gare di Coppa del Mondo, visto che Ravetto con il dopio incarico non girerebbe più tutto il circuito maschile, e fare riferimento al team di Rulfi. Nello slalom conferma di Jacques Theolier, anche se il francese ha fatto sapere di aver avuto più di una richiesta. E il gigante? Matteo Guadagnini, che sembrava la prima ‘testa’ che dovesse saltare dopo Vancouver, dovrebbe rimanere alla guida dei gigantisti. Raimund Plancker invece è fra i papabili sostituti di Luca Moretti, anche se viene da un’esperienza davvero positiva come responsabile della Coppa Europa. E Giorgio Ruschetti? L’allenatore di Max Blardone non è stato contattato, e presumibilmente guiderà a tempo pieno lo Ski Pool VCO. Quando si parte? In teoria fra dieci giorni a Novarello come la passata stagione, per un raduno atletico. Durante la settimana poi gli atleti a turno si recherebbero al Centro Mapei di Castellanza per i test. “Ma non c’è nulla di ufficiale ancora”, ci ha fatto sapere Vittorio Micotti, coordinatore della preparazione atletica del settore maschile, uno dei pochi che ha già ricevuto da Ravetto la chiamata alle ‘armi’ anche per l’anno prossimo. Infine la commissione giovani: Stefano Dalmasso dovrebbe propio essere il sostituto di Flavio Roda. Staremo a vedere.