Presentati i Campionati Italiani in Valle d'Aosta

0
181

Si inizia il 21 marzo a La Thuile con gli Assoluti

La Thuile, Courmayeur e Pila, in sette giorni, dal 21 al 27 marzo 2001, aggiungeranno all’albo d’oro dello sci alpino dieci nuovi Campioni d’Italia. A La Thuile l’intera rassegna al maschile, iniziando con lo scudetto della discesa libera sulla ‘mitica’ pista 3 – Franco Berthod; a seguire, la supercombinata, il superG, il gigante e lo slalom. Identici titoli in palio in campo femminile, con Pila che incoronerà le regine della discesa libera, supercombinata e superG, per poi trasferirsi a Courmayeur, per lo slalom e il gigante, disciplina quest’ultima che vedrà protagonista sulle piste di casa Federica Brignone, alla rincorsa del suo primo titolo italiano assoluto.
A distanza di una settimana, dal 4 al 10 aprile, raddoppiano, o quasi, gli scudetti in palio per le categorie Giovani e Aspiranti. A Pila di scena i maschi, e medaglia d’oro da assegnare per la discesa libera, il superG e la supercombinata e, per queste discipline, il titolo è doppio, ovvero sia per i Giovani, sia per gli Aspiranti. Poi, il gigante e lo slalom, ma in questo caso
soltanto per i Giovani, in quanto, per le prove tecniche, gli Aspiranti saranno impegnati, il 15 e 16 marzo, all’Abetone. Stesso identico discorso in campo femminile, di scena sul comprensorio sciistico di Courmayeur: Giovani per tutte le specialità, Aspiranti solo per le prove veloci.
Con l’edizione 2011, la Valle d’Aosta ospita i Campionati italiani Assoluti per la quarta volta. I precedenti, nel 1981, a Pila, organizzati dallo Sc Pila; nel 1985, a Cervinia (Sc Cervino); e ancora Pila, questa volta organizzati dallo Sc Aosta, nel 1991. I Campionati Giovani e Aspiranti invece, negli ultimi anni, hanno trovato… neve fertile in Valle d’Aosta, regione che ha ospitato la rassegna tricolore di categoria ben sei volte in nove anni, anche se in qualche caso i sodalizi valdostani sono subentrati per recuperare prove annullate in altre località d’Italia.