Presazzi e Stiletto proseguono con le Alpi Centrali

Ufficializzate le squadre regionali per la prossima stagione

7

Anche il Comitato Alpi Centrali ha le squadre per la prossima stagione. Il presidente e responsabile della commissione sci alpino Franco Zecchini ha lavorato in sinergia con i responsabili Giovani Marco Gualazzi e Fabrizio Ranisi e trovato i giusti equilibri per la composizione dei team.

PRESAZZI E STILETTO I COACH – A seguire i gruppi femminili e maschili sono stati rispettivamente confermati Elio Presazzi e Simone Stiletto. Imminenti anche gli allenamenti. Prossima settimana le formazioni lombarde saranno al Passo dello Stelvio, mentre a fine mese effettueranno una seduta di tre giorni allo ski dome di Langraaf.

SQUADRE – Sono undici le donne inserite in prima squadra. Rientra nel progetto regionale Veronica Olivieri, esclusa dalla nazionale, poi, agli ordini di Presazzi, ci saranno anche: Virginia Sosio, Martina Nobis, Petra Smaldore, Giulia Lorini, Giulia Noris, Carole Gilardoni, Chiara Cabello, Alessia Minazzi, Sara Ferrari e Marika Mascherona. Doppia formazione al maschile con un gruppo essenzialmente formato da giovani e un gruppo ‘slalom’ con i senatori, tutti atleti del 1994 e 1993. In prima squadra ci sono Marco Furli, Matteo Confortola, Guido Malzanni, Nicholas Bellini, Giacomo Rigamonti, Lorenzo Moschini, Antonio Vittori e Alessio Scilligo. Fanno parte del gruppo ‘rapid gates’ Matteo Baruffaldi, Pietro Zazzi, Filippo Nana, Stefano Zucchi e Nicola Ottelli.

Articolo precedenteEntusiasmo Battilani
Articolo successivoAzzurrine al Passo dello Stelvio
REDATTORE - Dopo un trascorso da maestro di sci e allenatore, si è tuffato nel mondo del giornalismo e della comunicazione. Ha unito la passione per lo sci e lo sport in generale al lavoro. Da quattro anni collabora con la nostra rivista, occupandosi dapprima del mondo giovanile e, in ultimo, anche gare di Coppa Europa e Coppa del Mondo. In estate si dedica al ciclismo, alla mountain bike e al trail.

7 COMMENTI

  1. Sabo,se il primo commento era offensivo,questo credo proprio sia privo di significato. Almeno per quanto mi riguarda,essendo in AOC,ma credo,se non sbaglio,che anche Enrico non abbia niente a che fare con l'AC. Quindi non hai toccato nel vivo proprio nessuno,io ho solo espresso un mio personale parere,con l'educazione che credo sia sempre dovuta anche quando ci si cela dietro un nickname,e lo ribadisco.A mio personalissimo giudizio,con il quale puoi ovviamente non essere affatto in accordo,spiegando però le motivazioni e non con post arroganti,l'idea della squadra slalom per quegli atleti è valida,condividendo anche quanto scritto da Enrico,cioè che almeno si è fatto qualcosa per dare una mano ad un gruppo di atleti validi ma altrimenti messi da parte

  2. Negli anni 80-90 la lombardia era il bacino da cui provenivano le slalomiste più forti ed erano tutte iperspecializzate. Un ritorno all'antico che forse vista la carenza di talenti e risultati internazionali fra i rapid gates ci voleva proprio. Se non altro si cerca di fare qualcosa a livello dirigenziale.

  3. Nessun commento,tanto meno offensivo,sulla composizione delle squadre. Personalmente trovo interessante invece la "squadra slalom" e per questi motivi. Intanto si da un'ufficialità di comitato,con tutto quello che ne consegue,ad atleti "vecchi",quelli che dalle altre parti non vengono considerati.Poi ritengo giusto che,proprio quando si arriva sui 20 anni,chi non è riuscito a sfondare debba giocare la carta della superspecializzazione.Da ultimo,e non lo dico io che non sono un tecnico ma chi se ne capisce,lo slalom richiede forse più allenamento delle altre discipline,quindi il focalizzare un gruppo su quello è positivo. Complimenti quindi al comitato AC per questa scelta

  4. Nei maschi niente da dire,sq. indiscutibile!! Nelle donne a parte 4 le altre mi sembra la CARITAS!!!! gli allenatori dovevano cambiarli,sono 10 anni che sono li!!! grazie agli sci club!!!!! squadra RAPID GATES??? siamo al ridicolo!!!