Pranger vince lo slalom ad eliminazione

1
72

'Esplodono' tutti i favoriti. L'austriaco si impone su Lizeroux e Janyk

Metti una Bellevarde già di per sè molto ripida e impegnativa. Aggiungi un fondo nevoso ‘barrato’ ma non troppo costante. Completa con un tracciato – soprattutto nella seconda manche – contorto e aritmico e ottieni lo slalom iridato di Val d’Isère. Alla fine, come sempre, ha vinto il più bravo, perché Manfred Pranger è riuscito ad adattarsi al meglio alla condizione, ma lo spettacolo ne ha di certo risentito. La seconda manche è stata un massacro: via via sono saltate in aria le ambizioni dei superstiti della prima (out tra gli altri Rocca, Herbst, Myhrer, Miller, Matt e Razzoli). Michael Janyk, nono dopo la prima manche a quasi due secondi da Pranger, ha piazzato il miglior tempo sul tabellone davanti a Neureuther. Da quel momento sono saltati via via Byggmark, Raich, il nostro Moelgg e Ligety. Poi tra un tripudio di bandiere tricolori Julien Lizeroux è passato al comando, nonostante un grave errore nel tratto centrale. Quindi ancora out il favoritissimo Jean-Baptiste Grange, per lo scoramento generale della tribuna savoiarda e Johan Brolenius, autore di una grandissima prima manche. A quel punto Manfred Pranger ha potuto amministrare il mezzo secondo di vantaggio, sciando pulito, portando a casa in extremis l’unico oro di questi mondiali per l’Austria. Argento per Lizeroux, bronzo per Michael Janyk. Per l’Italia l’ennesima cocente delusione di questo mondiale.

1 COMMENTO

  1. Eh si…anche questa ultima gara è andata male per noi italiani. Peccato in questi mondiali siamo stati un po' sfortunati e almeno la medaglia nello slalom donne ce la saremmo meritata…però sia nei giganti che nello slalom di ieri non abbiamo vinto niente anche perchè i nostri non si sono espressi al meglio delle loro possibilità e questo perchè ci sono anche dei piccoli problemi tecnici quest'anno. Soprattutto si nota come gli atleti azzurri non sono ben sopra allo sci ad inizio curva. Se si lavorerà sui particolari tecnici che non vanno, con tanti atleti così vicino al podio e con un pizzico di buona sorte, con cui siamo in credito, a Vancouver 2010 potremo fare grandi cose! E penso che un bagno di umiltà in vista dell'anno olimpico non può fare altro che bene! Grazie a Race per il servizio che ci ha dato durante questi mondiali! Luca ti mando le classifiche della gara di domenica del nostro circuito!
    Ciao a tutti!!!