Poker Fassa al Parallelo di Natale Children

0

Primo posto per lo Ski Team davanti a Tezenis e Agonistica Campiglio

Nemmeno la nebbia ha fermato l’entusiasmo degli organizzatori del Team Nardelli e, soprattutto, dei 96 giovani sciatori che hanno animato la seconda edizione del Parallelo di Natale Children sulla pista Rolly Marchi di Fai della Paganella. Una competizione, inizialmente in programma il giorno di Santo Stefano, spostata poi alla domenica più vicina sperando nella clemenza del meteo, che però non c’è stata.    
 
SCI CLUB – La filosofia che rende diverso il Parallelo di Natale Children da altre manifestazioni giovanili sta nella formula che prevede in primis l’investitura della migliore società di giornata, mettendo relativamente in secondo piano i risultati individuali. A trionfare è stato dunque lo Ski Team Fassa, che ha totalizzato 480 punti, succedendo allo Sci club Panarotta che si era invece imposto dodici mesi fa. Medaglia d’argento per il Tezenis Ski Team con 292, quinti l’Agonistica Campiglio con 265. Nelle gare individuali monopolio per lo Ski Team Fassa che si è aggiudicato tutte e quattro le categorie in programma, grazie ad Anastasja Rasom e Werner Krause fra i ragazzi, quindi per merito di Monica Zanoner e Tommaso Nardi fra gli allievi. Ma non sono state certo vittorie facili. In particolar modo la finale allievi, fino a quattro porte dall’arrivo della seconda manche era nelle mani dell’atleta di casa Martin Nardelli, che purtroppo ha commesso un errore sull’ultimo cambio di pendenza perdendo la traiettoria e dovendo lasciare il via libera a Tommaso Nardi, dopo che nella prima manche lo sciatore di Mezzolombardo aveva vinto con un margine di 48 centesimi. Onore comunque a Nardi, che in tutte le batterie ha dimostrato una mentalità vincente e grande determinazione soprattutto nella parte finale, dove con delle linee incisive ha sempre fatto la differenza. La sfida per il terzo gradino del podio è stata invece appannaggio di Alessandro Seppi del Ruffré Mendola, capace di aggiudicarsi tutte e due le frazioni.
 
FINALE ALLIEVE – Nella finale allieve Monica Zanoner è riuscita ad avere la meglio su Marta Rossetti in entrambe le manche: la prima infliggendo 51 centesimi, la seconda con 28 centesimi, così come Alissa Valle che ha vinto il bronzo con una doppia affermazione. Anche nella finale ragazze Anastasja Rasom è riuscita a vincere entrambe le prove: la prima con 29 centesimi di vantaggio, la seconda in recupero nel finale con un tempo di 14 centesimi più veloce. Un successo a testa invece nella sfida per il bronzo con Irene Pedrotti a prevalere, grazie ad una seconda manche più veloce rispetto a Sofia Granata. Più combattuta la sfida ragazzi maschile con la prima manche vinta da Werner Krause con un distacco importante su Gregory Fosco, che ha perso la traiettoria nelle ultime porte, ma a sua volta capace di far sua la seconda manche per soli 3 centesimi. Troppo pochi per spodestare Krause. Anche la finale per il terzo posto ha visto un’affermazione a testa per Paolo Gatta e Martino Rizzi, con quest’ultimo a trionfare per il maggior distacco inflitto all’avversario.
 
PREMIATO MARCO COSTAZZA – Il Parallelo di Natale mette in vetrina anzitutto le società sportive, ma anche coloro che fanno un prezioso lavoro oscuro, ovvero gli allenatori. E così gli organizzatori Willy e Rudi Nardelli hanno voluto istituire anche il premio speciale Casse Rurali Trentine, che è stato assegnato al tecnico della società vincitrice, ovvero Marco Costazza. Appuntamento dunque a dicembre 2014, confidando nella clemenza del tempo meteorologico.

 

Articolo precedenteMarlies is back
Articolo successivoSvindal re della Stelvio
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...