'Pintu' davanti, ma l'Italia e' tornata gigante

0

Nella prima manche di Val d'Isère cinque azzurri nei dodici. Fuori Ligety

Una prima manche ricca di sorprese quella del gigante maschile di Val d’Isère. La prima notizia è che Bode Miller è uscito. E con lui altri big hanno dovuto dire addio alla gara in anticipo come Svindal, che ha perso un attacco, Bode Miller, Cyprien Richard e Max Blardone. Lo Stade Olympique de Bellevarde si è dimostrato un osso duro per tutti e a metà gara davanti c’è Alexis Pinturault (1.08.51) che precede di 30 centesimi il tedesco Stefan Luiz (già secondo a Val d’Isère l’anno scorso) e di 41 Marcel Hirscher e Thomas Fanara. Dal quinto posto arrivano buone notizie per gli azzurri, con Manfred Moelgg a 54 centesimi da Pinturault. Le buone nuove azzurre non finiscono qui, con il settimo posto di Simoncelli (+ 0.66), il nono di Nani (+ 1.27), l’undicesimo di Borsotti (pettorale 55, + 1.52), il dodicesimo di De Aliprandini (+ 1.56), il diciottesimo di Florian Eisath (+ 1.89), il diciannovesimo di Alex Zingerle (+ 1.95) e il quarantesimo di Mattia Casse (+ 4.26).

TOP TEN – Ai primi posti anche il tedesco Fritz Dopfer (sesto, + 0.56), lo svedese Matts Olsson (ottavo, + 1.14) e un ritrovato Carlo Janka (decimo, + 1.44). 

KOSTELIC E NEUREUTHER KO –
Ivica Kostelic non è partito sembra per problemi di schiena, mentre Neureuther ha deciso di saltare il gigante di Val d’Isère a causa di un infortunio al pollice rimediato in allenamento a Garmisch. Il tedesco non esclude di partecipare allo slalom di domani 

Articolo precedenteInternational Ski Games che spettacolo!
Articolo successivoSuper Tina vince a St. Moritz
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...