Pietilae-Holmner: 'Vittoria dal grande significato'

1

Le voci da Aare: Costazza: «Ci voleva». Shiffrin: «Va bene così»

Sulla pista Olympia di Åre, in Svezia, due gare tecniche di buon livello tra gigante e slalom per le ragazze di Coppa del Mondo. Ecco, tramite il sito ufficiale di FIS e FISI, le dichiarazioni di alcune protagoniste dopo la prova tra i ‘rapid gates’ vinta da Maria-Pietilae Holmner. 

PIETILAE – «Bellissimo. Una vittoria che significa molto, per me, ho dimostrato che posso essere ancora la migliore. Mi sentivo in fiducia al cancelletto e ho promesso a me stessa ‘prova a prenderti la tua chance’. Ho cercato di divertirmi, il primo posto è un bel segnale per me, vuol dire che sto lavorando bene». 

SHIFFRIN – «Ho sciato bene a tratti e sono stata un po’ lenta in alcuni passaggi, dove forse ho tenuto troppo. Ma sto imparando da queste esperienza e sono sicuramente più felice di chiudere quarta, anche se a due centesimi dal podio, piuttosto che undicesima». 

COSTAZZA –  «E’ un sesto posto che ci voleva , oggi sono finalmente riuscita ad aggredire i due tracciati della prima e della seconda manche senza timore e ho ritrovato la giusta convinzione. In allenamento è un po’ di tempo che sono su buoni tempi, il problema è sempre tradurli in gara. Forse, fin qui avevo bisogno di arrivare per abbassare il numero di partenza. Oggi so che sono fra le migliori e adesso l’obiettivo è salire fra le top 5. Sono davvero molto felice, lavorerò ancora per cercare sempre il massimo».

MOELGG – «Sono contentissima della mia gara, non potevo sinceramente fare di più con il 52 in partenza. Ho fatto due manche senza errori, ma la pista teneva e quindi tante atlete potevano realizzare tempi buoni. Nella seconda manche ho fatto il mio dovere e credo che questo piazzamento mi permetterà di rientrare fra le trenta. A Semmering sarò lì a giocarmela e voglio ritornare fra le top 10 perché è lì che sento di essere. La pista austriaca mi piace, me la giocherò»  

 
 

 

Articolo precedentePietilae-Holmner, la maestra dello slalom. Guida lei
Articolo successivoMaria Pietilae-Holmner fa impazzire la Svezia
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

1 COMMENTO