Pichler: ‘Ho tanta voglia di partire per Ushuaia’

Karoline pronta alla trasferta sudamericana, finora ha sciato 14 giorni

0

L’Italia femminile che si appresta a volare in Argentina ha già ritrovato una grande protagonista della scorsa stagione, principalmente in Coppa Europa, ma anche nel circuito maggiore, ovvero Karoline Pichler, classe ’94. L’operazione al menisco è ormai abbondantemente alle spalle e l’altoatesina ha già partecipato a due raduni con la squadra di Coppa del Mondo, uno atletico e l’ultimo sugli sci, a Cervinia.

SENSAZIONI – «Fisicamente sto molto bene – ci dice – come ogni anno ho lavorato tanto atleticamente. Il ginocchio operato è perfetto. Ho sciato 14 giorni finora, di cui la metà con Heini Pfitscher (l’allenatore che l’ha cresciuta, praticamente, NdR). Non ho esagerato con i giorni anche perché non sentivo il bisogno di riprendere confidenza dopo l’infortunio. Quando ho rimesso gli sci era indifferente dagli anni scorsi, come detto non mi sembrava di tornare da un infortunio».

PATAGONIA – «Ora Ushuaia. Ho tanta voglia di partire. Mi aspetto di lavorare tanto sul gigante, ma portare avanti anche il superG. È una trasferta molto importante, speriamo di trovare belle condizioni per poter lavorare al meglio».

//

I’m enjoying the last sunny workouts before heading south in less than a week ☀️?✈️❄️ #weareFisi Posted by Karoline Pichler on Mercoledì 2 settembre 2015

Articolo precedenteCile, si intensifica l’allenamento dei velocisti
Articolo successivoToscani, stage atletico a Tirrenia
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine