Petr Zahrobsky, re del superG

0
61

Il ceco ha vinto tutti i superG di Coppa Europa

Cinquina da antologia per Petr Zahrobsky che vince anche a Crans Montana, dominando quindi tutti i superG della stagione di Coppa Europa. Partito ancora con il pettorale numero 1, il ceco ha staccato tre austriaci: Florian Scheiber, Manuel Kramer, che con il vincitore hanno fatto il ‘posto fisso’ in Coppa del Mondo, e Bernhard Graf. “Non pensavo di poter andare così forte. L’anno scorso non ero mai salito sul podio in superG. Spero di poter andare forte l’anno prossimo in Coppa del Mondo”, afferma nella finish area un incredulo Zahrobsky. Ottimo sesto Matteo Marsaglia. “Ha fatto una grande gara – spiega il coach azzurro David Fill – in quanto nei primi cinque ci sono tutti gli atleti partiti con i primi numeri. Poi arriva ‘Matte’ con il pettorale 25. Gli altri azzurri? La stagione del superG ha visto un buon Patscheider, forse il giovane più interessante in questa disciplina. Complessivamente manca ancora un po’ di cattiveria alla squadra, convinzione, adattamento”. In classifica ci sono anche Stefan Thanei decimo, Aronne Pieruz diciassettesimo, Michael Gufler diciottesimo, Elmar Hofer venticinquesimo, Dominik Paris ventisettesimo e Hagen Patscheider ventinovesimo.