Patscheider gigante in Gardena

3

I 'nonni' Ploner e Gufler fanno sesto e nono

Toh, si rivide Hagen Patscheider. Il carabiniere di ‘interesse nazionale’ si aggiudica il primo gigante FIS disputato in Val Gardena e chiude con il tempo di 2.35.71. Dietro l’Austria fa cinquina: Niklas Koeck (2.36.10), Patrick Schweiger (2.36.41), Thomas Mayrpeter (2.37.33), Michael Offenhausern (2.37.72) e Daniel Hemetsberger (2.37.89).

NONNI TERRIBILI – E poi? Non mollano i ‘nonni Caramba’: Alexander Ploner è ex-aequo al sesto posto, poi dopo il francese Blaise Giezendanner arriva Michael Gufler (2.37.96). Quindi il carabiniere Antonio Fantino (2.38.02), il C&B Daniele Sorio (2.38.29), l’austriaco Mario Karelly.

SPUNTA GIUNTI – Al tredicesimo posto Marco Giunti, toscano del 2000 Ski Club (2.38.56) che chiude davanti a Paolo Pangrazzi (2.38.72). Sedicesimo il carabiniere dell’Asiva Federico Paini, diciannovesimo il carabiniere altaotesimo Hannes Zingerle e chiude la top 20 Pietro Cipriani del Comitato Veneto. Domani un altro gigante FIS.

ESULTA HAGEN – Ecco il vincitore: «Sono tornato a vincere, una sensazione esaltante dopo il difficile periodo dell’infortunio. Ora finalmente la schiena non mi da’ più problemi, adesso l’obiettivo è la velocità di Coppa Europa a Campiglio, voglio continuar a far bene».
 

Articolo precedenteBeaver Creek, cancellata la prova
Articolo successivoLa Bassino timbra l'opening GPI
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

3 COMMENTI

  1. secondo me i nonni non sono proprio terribili, se vedi il distacco é molto elevato anche se Gufler a solda ha detto che contava il cronometro. oltre due secondi da Hagen che era infortunato per molto tempo é tantissimo

  2. …anche se avrei alcune considerazioni da fare sui "nonni terribili" le terrò in serbo per un'altra volta perchè non voglio togliere spazio alla strepitosa prova di MARCO GIUNTI incorniciata dal 3° tempo assoluto di manche…Bravissimo Marco ma anche un Bravo a chi lo segue