Paolo Pangrazzi, voglia di riemergere

1
1099

«Ora sto meglio fisicamente». Intanto a Livigno ha provato materiale nuovo

Paolo Pangrazzi si è recato a Brescia dall’immunologo Castelli per fare alcune analisi. Infatti, durante l’inverno ha spesso accusato stanchezza eccessiva ed uno stato di malessere. «Ho fatto alcune analisi, ma devo dire che nelle ultime due settimane ho recuperato. Ci sono alcune giornate in cui sono spossato, ma sto meglio nel complesso». Strascichi di una vecchia mononucleosi? Probabile. Intanto il velocista di Madonna di Campiglio è tornato sugli sci a Livigno la settimana scorsa. «Sto testando del nuovo materiale, in queste ore deciderò il mio futuro». Dopo una stagione non proprio positiva, Pangrazzi è pronto a tornare competitivo: «Per tornare sui livelli dei Mondiali di Garmisch con quel sesto posto in supercombinata e partecipare con regolarità alla Coppa del Mondo, dovrò partire forte dalla Coppa Europa. Ecco, il circuito continentale è il mio primo obiettivo». Intanto domenica con la squadra B sarà a La Spezia per un raduno atletico.

1 COMMENTO

  1. Paflo, prima di tutto, è una magnifica persona. In questi ultimi 4 anni ha avuto un sacco di "sfighe" ( mononucleosi, tendinite rotulea, …) e non si è mai risparmiato. Gli auguro di stare finalmente bene e di dimostrare quello che vale.
    Grazie a lui e ai suoi vecchi allenatori, si è mosso tutto un movimento di Campigliesi che mai prima si era visto per numero e qualità. Diversi sono già nel giro della Nazionale e altri lo diventeranno fra poco. Questa è la conferma di quanto conti per i giovani l'Esempio e lo spirito di Emulazione.