Oggi le prime indicazioni sulle squadre per il 2012

9
870

Alle 15 in Fisi i triumviri espongono il progetto, ma ci sono ancora dubbi

Dopo il terzo giorno di allenamento a Livigno, Gianluca Rulfi e Max Carca raggiungeranno Milano. Insieme a Jacques Theolier, i ‘triumviri’ al gran completo insomma, incontreranno in Fisi alle 15 il consigliere delegato per lo sci alpino Richard Wesseinsteiner, quello delegato per l’attività Giovanile Rainhard Schmalzl e Stefano Dalmasso, Commissione Giovani. Si parlerà di squadre, allenatori e programmi. Confermati per la Coppa del Mondo due gruppi di lavoro, quello delle discipline tecniche, quindi quello per la velocità. E i gigantisti? Saranno ‘sparpagliati’ nelle due squadre, probabilmente Davide Simonceli con Theolier, quindi Giovanni Borsotti e Massimiliano Blardone con Carca e Rulfi. Michael Gufler e Florian Eisath potrebbero ‘partire’ con i gruppi militari, come anche Patrick Thaler. Vedremo innanzitutto se ci sarà ancora la regola dei ’30 in classifica in A’. Da definire se Alexander Ploner farà da solo. Matteo Marsaglia e Hagen Patscheider, l’anno scorso inquadrati come atleti di interesse nazionale lavoreranno fin dal primo raduno con i discesisti. Con loro anche Mattia Casse. Anche Andy Plank con Christof Innerhofer&compagni? Non si sa. Patrick Staudacher sarà ancora in squadra? Altro punto interrogativo d’obbligo. Per quel che riguarda lo staff tecnico non dovrebbero esserci novità, anche se c’è una possibilità che Giuseppe Zeni, ora responsabile dello slalom femminile, torni con la ‘banda Rulfi’. Per quel che riguarda la Coppa Europa sarà proposto Alessandro Serra come responsabile, ma non è ufficiale che accetti, perchè sarebbe nota la sua volontà di seguire Borsotti, Casse e Pangrazzi in A. Roberto Nani farà parte nominalmente di questo team, ma spesso prenderà contatto con Giuliano Razzoli&soci. Paolo Pangrazzi si allenerà più che altro con i velocisti, quindi la B dovrebbe ringiovanirsi e osservare nuovi innesti. Dovrebbero essere, fra gli altri, Andrea Ravelli, Luca De Aliprandini, Francesco Romano e forse anche Alessandro Brean. In Coppa Europa dovrebbe occuparsi in particolare dello slalom Cesare Pastore, che farà da tramite con la Coppa del Mondo. Al posto di Pastore in A ci sarà Angelo Weiss. In C sarà confermato Matteo Joris. Gli atleti? Carlo Beretta, i nuovi ingressi Stefano Baruffaldi e Ivan Codega e forse anche Matteo De Vettori. Hubert Franzelin, Fabian Bacher e Michael Sinn? Potrebbero restare. Fra i papabili in C ci sarebbe anche Michelangelo Tentori. In serata sapremo qualcosa di più.

9 COMMENTI

  1. nelle ultime fis di racines erano presenti tutti gli atleti italiani che avevan bisogno di rubare un pò di punti!!!! quelle gare sonno apparse su fis ski.it il giorno prima della gara e ne hanno svolte 2 in un solo giorno….xò niente da dire esistono anke queste gare e franceschetti e un buon gigantista ma cm molti 93 al mondo…menegalli è stato il miglior aspiranti in quanto a classifica ASPIRANTI perché i due aspiranti hofer e battilani sono più avanti in quella giovani….inoltre hanno rispettivamente un oro e un bronzo ai campionati italiani GIOVANI e hofer con 28 punti in slalom e battilani con 32 in discesa….migliore al mondo del suo anno e nella top 10 giovani…..se si decide di convocare anke i 94 questi 3 atleti meritano la convocazione!!!! P.S. battilani è stato l'unico giovane italiano ad essersi classificato nei trenta in coppa europa (21esimo nella dh della sc di sarntal)…….RAMBO SE NON CONOSCI FRANCESCHETTI E MENEGALLI NON PARLARE DI SCI GIOVANILE ITALIANO!!!!!

  2. … anche Tomba non lo conosceva nessuno !!! Sono ragazzi fortissimi che nel giro di alcuni anni potrebbero essere in coppa del mondo. Considera che in Coppa oggi corrono dei ragazzi del 91 e sono anche primo gruppo … pensare a dei 93 o 94 non è una cosa così folle.

  3. Direi che alla luce delle ultime FIS di Racines dove erano presenti Tutti i migliori atleti italiani, c'è un nome che sarebbe da tenere in considerazione per la prossima convocazione in Nazionale: Piero Franceschetti anno 93. Confermati 26 punti FIS. Nei primi 9 in entrambe le gare pur partendo dopo il primo gruppo. E' vero, non è un liberista, ma in Gigante e Slalom è uno dei primi >93 al mondo. In libera il fisico conta moltissimo e si vede solo da "vecchi" se si va forte … nelle discipline tecniche è un'altro discorso : Pinturault insegna. Inoltre mentre abbiamo una certa abbondanza nelle discipline veloci, in quelle tecniche, lo sappiamo tutti, siamo un pò indietro.