Nuovi sci: infortuni e conferme

1
1346

Incidente a Lueoend, sensazioni positive per le gigantiste azzurre

Si intensificano i test sui nuovi sci da gigante e arrivano i primi infortuni, che potrebbero avvalorare la tesi secondo la quale l’adattamento a nuovi materiali, anche se più sicuri, porta diversi infortuni. Nei giorni scorsi a farne le spese è stato il neo-campione svizzero di discesa Vitus Lueoend, che dovrà essere operato al legamento crociato. Arrivano altre conferme, però, anche sulla sensazione di Ted Ligety (che avrebbe usato i nuovi sci nella seconda manche dell’ultimo gigante stagionale, a Schladming). I nuovi sci non sarebbero un ritorno al passato e in alcune situazioni sono più veloci. Le azzurre, infatti, hanno testato a Nauders, in Austria. Bisogna però considerare che lo sci da donna sarà diverso da quello da uomo. Ecco cosa pensa Stefano Costazza, responsabile delle gigantiste, dei nuovi sci: «Le prime sensazioni sono positive. Abbiamo provato a variare tracciati e distanze e ci siamo accorti che se riusciamo a sfruttare bene lo sci aumenta la velocità, diventa invece più difficile quando la tracciatura si fa più stretta. Non sappiamo se questo servirà a ridurre o meno il numero degli infortuni, quel che è certo è che dal punto di vista tecnico non si tratta di un ritorno al passato, ci sarà soltanto un adattamento nell’ingresso in curva e sarà più faticoso dal punto di vista fisico».

1 COMMENTO

  1. ….eh si, era da presumere,maggiormente affaticanti,brava la FIS.
    A metà fine stagione 2012/13 cominceranno gli infortuni e così capiranno che questo volo pindarico è stato solo una perdita di tempo e denaro per tutti.