'Non mi sento piu' il vero Inner, ma daro' tutto'

0
889

Live – Innerhofer: «Sono a Bormio solo perchè la Stelvio è la mia pista»

Dopo la prova cronometrata chiusa con l’ottavo tempo, Christof Innerhofer ha lasciato subito la finish area della Stelvio per raggiungere al Ciuk la ‘Baita de Mario’, il quartier generale degli azzurri e rifocillarsi. E’ sfebbrato finalmente ‘Inner’ anche se le energie sono quelle che sono. A tavola è sempre il solito trascinatore, brillante, sempre una battuta anche quando le cose non girano per il verso giusto. Il campione del mondo rimane sereno, anche se all’ordine del giorno i problemi sono diversi. E non solo a causa dell’influenza di questi giorni, ma pare i giramenti di testa dovuti al trauma cranico di Stubai non siano ancora passati completamente. «E’ un periodo così, mi sento sfiancato, stanco, ma non solo per questa influenza. Non lo so, non sono più l’Inner che conoscevo. Non mi diverto più se sto in queste condizioni, forse è meglio dopo Bormio fermarsi qualche giorno». Niente Adelboden? Sembra molto probabile. Continua il pusterese di Gais: «Sono venuto a Bormio solo perchè questa è la mia pista, ho vinto e fatto podio sulla Stelvio, non potevo mancare. Domani gareggerò, il desiderio è essere fra i primi, ma non sarà facile. Certo, qui è importante sciare bene, la tecnica è fondamentale, posso essere avvantaggiato da questa situazione, ma la condizione non è certo la migliore…».
 

Articolo precedenteGS Lienz, 'Fede' c'e'!
Articolo successivoIl giorno della Stelvio
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...