Nadia Fanchini da Are: 'Troppo bello. Dedicato a Devid'

1

Brignone: «Bella rimonta, ma sono nera per la prima manche»

Il secondo podio stagionale in gigante (dopo il terzo posto di Brignone ad Aspen); sette atlete qualificate alla seconda manche su nove; sette a punti e tra le prime 17; il primo risultato nella top10 per la 19enne Marta Bassino (ma è solo l’inizio). Insomma, c’è da tanto da raccontare per l’Italia di Livio Magoni dopo il gigante di Aare. Sentiamo Nadia e Federica Brignone

NADIA FANCHINI – «E’ troppo bello – dice Nadia Fanchini alla F.I.S.I. -, dopo tutto quello che ho passato in questi anni essere riuscita a fare podio in tre diverse discipline è una soddisfazione enorme. E’ stato un sacrificio continuo e anche oggi non stavo benissimo. Ho dovuto prendere degli antidolorifici, perché mi facevano male le ginocchia, e mi sono detta ‘Cosa posso fare? C’è ancora una manche! Come ce la posso fare?’ Poi sono andata al cancelletto e sono partita con tutta la forza che avevo. Non volevo un altro quarto posto ed eravamo tutte molto vicine in classifica. Se volevo il podio non potevo dormire e ho spinto al massimo. Ho recuperato anche quattro decimi alla fenninger che scia con una sicurezza e una consapevolezza che le altre non hanno. Sonio davvero molto contenta. Il gigante era una partita aperta da tantissimo tempo per me – prosegue Nadia – già a diciott’anni ero in primo gruppo, ma non sono mai riuscita a concretizzare perché ce n’era sempre una. Ora finalmente ce l’ho fatta e dedico questo podio a Devid (Salvadori, ndr), il mio fidanzato, perché mi ha sempre supportato e ha sempre creduto in me». 

FEDERICA BRIGNONE – «Contena per la seconda manche, ma nera per la prima. Ho fatto una bella rimonta, sì, la neve era strana e soprattutto non ho avuto sensazioni buone a metà gara. Sono contenta per tutta la squadra, vorrei chiedere a chi ci ha dato delle principianti cosa ne pensa, oggi… Mi bruciano quei 4 centesimi dal podio, come a dicembre, ma lo sci è così e dovevo sciare più forte!». 

 

 

 

Articolo precedenteAare, Fenninger domina la prima manche. Seconda ore 19
Articolo successivoNadia Fanchini seconda nel gigante di Anna Fenninger
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

1 COMMENTO