ANC a Mt.Hutt, successi neozelandesi in superG firmati Hudson e Feasey

Riprese le gare in Nuova Zelanda nel circuito continentale dell'Oceania; in Cile terminate le prove delle discese libere per la South American Cup

0
Piera Hudson in azione in Coppa del Mondo (Zoom Agence)

Mentre a La Parva, in Cile, si sono disputate quattro prove cronometrate (due maschili, due femminile) delle discese libere (una donne, una uomini) previste nella serata italiana (tarda mattinata argentina) di martedì 6 settembre, per la South American Cup, in Australia sono riprese le gare della New Zealand-Australian Cup con le prove veloci a Mt. Hutt, in South Island, la più larga delle due maggiori isole neozelandesi.

UOMINI – Tra i maschi, in superG, successo del neozelandese Willis Feasey in 1’02”36, davanti allo svizzero Gehrig e al polacco Bydlinski. Solo ventotto atleti in gara, nessun italiano. Classifica generale guidata proprio da Feasey che scavalcato Zampa a quota 470 punti. Ottavo Baruffaldi.

DONNE – A livello femminile successo di un’altra beniamina di casa, Piera Hudson (20 anni, 39esima in slalom ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015), sempre in superG, con il tempo di 1’04”12, davanti alle polacche Gasineica-Daniel, seconda a 0”69, e Krajewska, terza a 1”44. Quinta l’australiana Greta Small, leader della classifica generale con 415 punti. Nessuna italiana presente, solo 17 atlete in gara.