Morzenti condannato a 4 anni e mezzo di reclusione

4
1570

In tarda serata la sentenza: interdetto in perpetuo dai pubblici uffici.

Quattro anni e sei mesi di reclusione: questa la pena inflitta dal collegio giudicante del Tribunale di Cuneo a Giovanni Morzenti per il reato di concussione aggravata. Sette anni la pena comminata all’altro imputato il tenente colonnello della Guardia di Finanza Maurizio Caboni. Ad entrambi gli imputati i giudici hanno rifiutato le attenuanti generiche e li hanno dichiarati, in base all’articolo 317 bis del Codice Penale, interdetti in perpetuo dai pubblici uffici. In base alla legge 241/06 sull’indulto per entrambi è stata dichiarata condonata la pena di 3 anni di reclusione. Entrambi dovranno risarcire le parti lese dai reati dei quali gli imputati sono stati riconosciuti colpevoli. "La sentenza ci lascia stupefatti e amareggiati – hanno commentato gli avvocati di Giovanni Morzenti Gianandrea Anfora e Alessandro Ferrero -. Siamo convinti che la Corte d’Appello porrà rimedio ad una sentenza iniqua, che offusca l’operato di una persona onesta". Nella giornata di domani approfondiremo ulteriormente l’argomento. Le informazioni sono tratte dal servizio pubblicato sul sito www.targatocn.it da Camilla Pallavicino, che curerà per Race Ski Magazine un reportage completo sulla vicenda che verrà pubblicato sul primo numero stagionale della rivista, in edicola dal 7 novembre.

4 COMMENTI