Mondiali, rifinitura a Vail per i gigantisti azzurri

Plancker: «La neve molle è una scusa, bisogna solo attaccare»

2

«Dicono che la neve è molle, ma questa è una scusa, domani bisognerà attaccare dall’inizio alla fine perché qui l’unica cosa che conta è la medaglia». Raimund Plancker è deciso e determinato in vista del gigante iridato in programma domani a Beaver Creek. La squadra si è allenata bene e Roberto Nani è completamente recuperato, dopo il forte mal di schiena dei primi giorni e l’influenza che lo aveva costretto a saltare l’ultimo periodo di rifinitura in Val di Fassa. «Ha fatto fisioterapia e alcuni trattamenti, ora è pronto per giocarsi il tutto e per tutto».

TRAINING A VAIL – Gli azzurri, al di là del team event, si sono allenati due giorni sulle piste di Vail. Hanno sciato in gigante insieme a tedeschi e americani su una pista con pendenze dolci, simili a quelle che troveranno in gara. Oggi Davide Simoncelli e Florian Eisath non si sono allenati, mentre Giovanni Borsotti e Roberto Nani sono regolarmente scesi in pista.

//

2 COMMENTI

  1. Finalmente una considerazione ad-hoc! Se sanno andare vanno dappertutto senza mi mo ma… Questo è il loro lavoro. … Come dire che un calciatore non gioca bene se il campo è bagnato, o perché è poco erboso.. Ci vogliono gli attributi!