Laura Pirovano da seconda a nona. In gigante vince Suter

La seconda parte di gara ribalta quasi completamente il risultato della prima tra le porte strette a Sochi. Jasmina, oro, classe '95, non ha mai vinto una gara in Coppa Europa ma è andata punti quest'anno a Soelde in Coppa del Mondo. Argento Honkanen, bronzo Meillard

0
Laura Pirovano, qui in azione a Lienz in gigante @FISI/Pentaphoto

Peccato. Laura Pirovano non riesce a coronare una stagione comunque notevole con una medaglia iridata che avrebbe assolutamente meritato. Eppure l’ipotesi era molto concreta, dato che dopo la prima manche a Sochi 2016, ai Mondiali jr. in corso in Russia, la trentina era seconda in gigante a soli 12 centesimi dall’oro virtuale. Ma la run conclusiva ha ribaltato i pronostici lanciando sul podio finale anche due atlete che non erano nemmeno tra le prime tre a metà gara. L’oro è andato però all’elvetica Jasmina Suter, seconda dopo la prima manche, non tra le principali favorite, 20esima quest’anno in Coppa del Mondo a Soelden, all’ultima partecipazione alla rassegna iridata giovanile dove fu quinta nel 2014 nel giorno del trionfo di Marta Bassino.

GARA – Nina Ortlieb, già oro in superG e un anno fa giusto in gigante, chiude la prima manche al comando in 1’05”03 con soli dodici centesimi di vantaggio sul duo formato da Jasmina Suter e Laura Pirovano. Sembra tutto apparecchiato per un altro giorno di gloria azzurra, ma sia l’austriaca, alla fine quinta, che l’italiana, poi nona, purtroppo accumulano subito un bel distacco a inizio seconda manche e finiscono indietro, mentre Jasmina, classe ’95, mai vincitrice in Coppa Europa, trova la gara della vita e si impone nella classifica finale in 2’12”30, oro. Argento alla finlandese Rikka Honkanen, a 23 centesimi da Suter e già quinta dopo la prima manche; bronzo alla svizzera Meillard, anche lei reduce da ottime Olimpiadi invernali giovanili, sesta dopo la prima manche e staccata di 0”27 centesimi. Quarta Danioth, quinta Ortlieb, sesta Truppe, settima Grenier, ottava Grant, nona come detto Laura Pirovano a 1”80 con il 16esimo tempo parziale della seconda manche, decima Kasper, undicesima l’altra figlia d’arte Alphand.

ITALIA – Le altre azzurre: ventunesima Jole Galli, fuori Lorenzi, Lorini, Zenere e, nella prima manche, Gasslitter. Domani gigante maschile.