Moelgg: "La Fis esagera"

0
468

"Quaranta metri di raggio sono davvero eccessivi"

La polemica sui materiali impazza sempre di più. Al rientro in Italia abbiamo sentito il parere di uno degli azzurri più competitivi per quanto riguarda le discipline tecniche. Stiamo parlando di Manfred Moelgg, che sta dedicando questi giorni alla preparazione atletica e che dal 20 sarà di nuovo sulla neve a Zermatt. Cosa dice il marebbano sulla questione del raggio? "Quaranta metri è oggettivamente eccessivo, altro che sicurezza. Mi sembra troppo, giuste sono le rimostranze di noi atleti. Ora la Fis parla di 35 metri, ma secondo me il raggio deve essere ulteriormente abbassato. Poi l’equazione aumentare il raggio aumenta la sicurezza è una cosa fasulla. Dipende anche dalla tracciatura. Io non ho provato queste presunte innovazioni, ma chi lo ha fatto mi ha riferito che la strada è davvero sbagliata. Di qualche metri si può lavorare sulle misure, ma le proposte Fis così non vanno bene".