Moelgg: "Il podio? Ai Mondiali"

1
117

Deville entra in primo gruppo. Ravetto: "Manca poco al Moelgg del 2008"

Peccato. Manfred Moelgg chiude al quarto posto. Certo, siamo a Schladming, la ‘culla’ delle ‘porte strette’, lo speciale delle 50.000 presenze, e un risultato del genere è sempre da considerare superlativo. Tuttavia questa notte, il ladino di Al Plan de Mareo era almeno da podio, e il ‘legno’ un po’ brucia in questa stagione un po’ avara di soddisfazioni. "Nel riscaldamento mi aveva impressionato, oggi Manfred è quasi quello del 2008. Gli manca ancora un pò di coraggio nel cercare l’esasperazione delle linee, ma dopo questo risultato, a Garmisch arriviamo competitivi", fa sapere il dt Claudio Ravetto che continua, "Deville è entrato nel primo gruppo, ottima notizia, e se Moelgg faceva terzo era nei top sette. Vabbè, vuol dire che saremo più fortunati ai Mondiali. Giuliano Razzoli? Se non è al 100% e commette un errore, lo paga subito. Tuttavia è migliorato sul ripido ed oggi lo abbiamo visto. E un po’ stanco, e questo mi inizia a preoccupare". ‘Manni’ è felice: "Il quarto posto va bene, perchè il podio arriverò ai Mondiali!", scherza il marebbano che ci racconta il suo stato di forma nella finish area della Planai, "Peccato per l’errore all’inizio della seconda sessione, ho voluto tagliare troppo, ho esagerato. La cosa importante è che la fiducia cresce, mi manca ancora un po’ di coraggio e poi ci siamo. Si, perchè per vincere oggi bisogna essere al massimo in ogni dettaglio. Oggi comunque è un quarto posto importantissimo, perchè dal punto di vista tecnico ho capito che il podio è davvero alla mia portata". Arriva Cristian Deville: "Un’altra prova fra i primi dieci, sono regolare, continuo. Voglio davvero sfruttare le altre occasioni della stagione per salire sul podio, credo di meritarmelo dopo questo filotto di risultati positivi".